fbpx

Ampliamento della pista ciclabile a Napoli

Scritto da Anna Laura Zamprotta Il . Inserito in Funiculì, funicolà

Napoli piano covid 19 1 scaled

Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili ha assegnato 4,2 milioni di euro per la costruzione di piste ciclabili che colleghino le università con le stazioni ferroviarie.

 

Insieme con la Rete Ferroviaria Italiana, del gruppo Ferrovie dello Stato, il Ministero ha sugellato un accordo che ci proietta in un modo di vivere la città più ecosostenibile, con la promozione di mezzi leggeri a zero emissioni.

Le città coinvolte sono state la sintesi di una scelta del Ministero. Sette quelle selezionate tra le maggiori città universitarie italiane: Napoli, Padova, Pisa, Palermo, Milano, Roma, Bari.

Il ministro Giovannini lo ha definito come “un segnale nella direzione di un cambio culturale” con cui si vuole favorire l’uso di biciclette nei centri urbani, nel rispetto delle regole che garantiscono la sicurezza.

Il progetto prevede la costruzione di ciclostazioni e piste ciclabili. Inoltre, si è ipotizzato di inserire un servizio di sharing mobility presso le ciclostazioni.

La città di Napoli è quella che ha ricevuto il finanziamento più elevato. 525mila € per il percorso che va dalla Federico II alla Stazione Centrale in Piazza Garibaldi. Altri 577.500 € per il tratto che, sempre dall’Università Federico II, arriva fino alla Stazione di Porta Cavour.

Le amministrazioni comunali, in accordo con le Università, si occuperanno della realizzazione dei singoli percorsi tenendo conto anche della sicurezza di chi li utilizzerà: verranno infatti predisposti dei particolari tipi di illuminazione stradale, un sistema di videosorveglianza e la segnaletica stradale.