fbpx

ANM INAUGURA LA RETE DI RICARICA PER AUTO ELETTRICHE A NAPOLI

Scritto da Maddalena Maria Sorbino Il . Inserito in Funiculì, funicolà

IMG 5508

Dodici stazioni di ricarica attive da oggi a Bagnoli e a  Via Argine, tre entro fine mese a Ponticelli, un kick off di una serie di 180 stazioni di ricarica in tutti i parcheggi Anm. Significa questo l'inaugurazione del primo hub pubblico di ricarica per auto elettriche realizzato a Napoli da  Be Charge, l'azienda che ha avuto da Anm l'incarico di installare la rete. Da oggi chi ha un'auto elettrica potrà parcheggiarla a Bagnoli e metterla in carica, dando il segno che Anm vuole contribuire a dare alla mobilità della città di Napoli.

Il lavoro sulla rete di colonnine elettriche è stato eseguito da Be Charge che dopo Bagnoli e Ponticelli, nei prossimi mesi attiverà le altre stazioni di ricarica distribuite negli altri parcheggi gestiti da Anm, tra cui il Parcheggio Brin, quelli nella zona ospedaliera, e quelli al Centro Direzionale, anche in funzione dei tempi di allacciamento alla rete elettrica da parte del distributore di energia competente. I siti di installazione di Anm multi-colonnina e con soste mediamente lunghe si prestano a realizzare servizi evoluti come il Vehicle to Grid (V2G) che Be Charge conta di sperimentare nel prossimo futuro, anche in collaborazione con enti universitari.

«Il nostro piano di sviluppo – ha commentato Roberto Colicchio, Head of Business Development di Be Charge – è ambizioso: contiamo di installare circa 30.000 punti di ricarica sull’intero territorio nazionale nei prossimi 3-5 anni che erogheranno energia al 100% proveniente da fonti rinnovabili, per un investimento complessivo superiore ai 150 milioni di euro. Siamo già a buon punto con oltre 4.500 punti di ricarica installati e altrettanti già autorizzati. In particolare, per noi il Sud Italia è molto importante per consentire a chi acquista un veicolo elettrico o ai turisti stranieri di poter viaggiare in tutto il territorio nazionale. Il progetto che inauguriamo oggi qui a Napoli può fungere da esempio per altri splendidi luoghi non ancora pienamente infrastrutturali.

Per poter raggiungere la necessaria capillarità della rete è richiesta la collaborazione delle amministrazioni comunali che gestiscono il territorio. In tal senso, Anm si è rivelata molto lungimirante nelle sue scelte e speriamo che anche il Comune di Napoli possa pianificare a breve una rete di ricarica sul suolo comunale che vada a complementare quanto stiamo installando nei parcheggi in struttura gestiti da Anm. Noi siamo a disposizione per estendere la rete di ricaricare anche nei parcheggi su strada del Comune di Napoli e per replicare progetti simili anche in altri comuni della regione Campania e in tutto il Sud Italia con le amministrazioni che sapranno dimostrarsi proattive in questa delicata fase di cambiamento della mobilità. Il nostro ruolo industriale è proprio quello di investire risorse e capitali in una fase ancora iniziale del mercato ed affiancare le pubbliche amministrazioni che vogliono dotare i propri territori di una rete di ricarica per veicoli elettrici efficiente e innovativa».

«Prosegue la svolta green – afferma Marco Gaudini, Assessore al trasporto pubblico e alla mobilità di Napoli – che abbiamo fortemente voluto nel settore della mobilità e dei Trasporti. Con l’installazione delle colonnine di ricarica per i veicoli elettrici nei nostri parcheggi in struttura, infatti, offriamo un ulteriore servizio sostenibile nell’ottica di un sempre minore impatto ambientale per la nostra città. I servizi che presentiamo oggi si aggiungono alle numerose attività messe in campo dell’Amministrazione in tema di micromobilità elettrica già avviata e quelle in via di realizzazione come il bikesharing elettrico. Inoltre stiamo lavorando per prevedere punti di ricarica per i veicoli elettrici anche in città. L’obiettivo è di favorire sempre di più l’intermodalità ed un trasporto sostenibile a zero emissioni».

Come effettuare la ricarica

Per eseguire una ricarica alle stazioni di ricarica Be Charge è sufficiente installare e registrarsi sull’App «BeCharge» scaricabile gratuitamente dagli AppStore Google Play e Apple App Store. Attraverso l’App è inoltre possibile visualizzare la mappa di tutte le stazioni di ricarica Be Charge sul territorio, verificare la disponibilità in tempo reale e la tipologia di presa dei vari punti di ricarica, oltre che il prezzo in €/kWh erogato. Il costo della ricarica verrà direttamente addebitato sulla carta di credito associata all’account dell’utente. Se il dispositivo è dotato di navigatore (Google Maps o Mappe di Apple) è inoltre possibile ottenere le istruzioni di guida per raggiungere le singole stazioni di ricarica. Una volta attivata la ricarica è possibile monitorarne l’avanzamento direttamente dall’App. Il call center è sempre disponibile 24/7 al numero 02-87119401. A tutela dei propri clienti Be Charge raccomanda di seguire tutte le indicazioni e le prescrizioni previste da ISS in attività simili, sia prima di avviare una sessione di ricarica sia quando si è terminato il rifornimento, come ad esempio l’utilizzo di guanti monouso.