fbpx

Trasporti in Campania, un caos senza fine. E in Circumvesuviana piove sul bagnato

Scritto da Francesco Verdosci Il . Inserito in Funiculì, funicolà

Verdoscicircum

La Circumvesuviana è sempre più nel caos. I disagi non accennano a diminuire. Quando c’è maltempo piove addirittura nei convogli, facendo insorgere gli utenti. Ma la Regione è costantemente inerte ed “impermeabile” – almeno loro – alle proteste.

Sul convoglio che percorre il tratto Acerra-Napoli si rappresenta un calvario che va in scena ogni mattina oramai da anni. Già la tratta era famosa poiché la più utilizzata e per questo motivo sui treni si verificavano diversi svenimenti. La ressa per salire era già da guinnes della vergogna, poi alcuni utenti si sono accorti, fotografandolo e registrandolo sui propri smartphones, che pioveva a dirotto non solo fuori, a causa del maltempo degli ultimi giorni, ma nientemeno che nei vagoni ed hanno dovuto così aprire gli ombrelli.

Intanto, il leader degli ecorottamatori Verdi Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli della radiazza, in diretta su Radio Marte, hanno accolto le denunzie e le proteste degli utenti chiedendo il rapido intervento del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti sull’Assessore regionale ai Trasporti Sergio Vetrella che, secondo l’ennesima indagine di Altroconsumo, con la sua gestione disastrosa ha realizzato il record di riduzione di finanziamenti in Italia tagliando le risorse del 27% soltanto nel biennio 2010-2012, causando in tal maniera l’indignazione dell’utenza (col record dell’89% di insoddisfazione) in particolare per il servizio della Circumvesuviana. “Affossando il sistema UnicoCampania e continuando lo smantellamento del trasporto su ferro a partire dalla Circumvesuviana - concludono Borrelli e Simioli – l’assessore regionale Vetrella è oramai considerato l’Attila dei pendolari. Li ha massacrati peggio di una carestia”. Come se non bastasse, il sindacato Orsa lancia un nuovo allarme riguardante la Circum, replicando all’Assessore ai Trasporti che aveva annunciato il rilancio del servizio ferroviario della circum entro il 2014. “Per i prossimi sei mesi non potranno esserci miglioramenti. Ci aspettiamo ulteriori difficoltà prima che il progetto della Regione possa realmente partire”.

Secondo gli esponenti dell’Orsa, infatti, serviranno i tempi tecnici – di cui non si conosce l’entità precisa - per ordinare i pezzi di ricambio e riparare materialmente le motrici ed i convogli al momento fermi e quelli circolanti lo stesso nonostante le carrozze fatiscenti ed in alcuni casi inagibili, dove addirittura ci piove nelle giornate di maltempo. Dulcis in fundo, nei giorni scorsi è stato toccato l’ennesimo record negativo in merito ai convogli disponibili, soltanto 34, e sono così saltate diverse corse mandando nuovamente in tilt il sistema.

E’ proprio il caso di dirlo, piove sempre sul bagnato, ed arriverà il momento in cui non basteranno gli ombrelli, né all’esterno né all’interno, per proteggersi dalla tempesta.