fbpx

ERK 14 alla P.R.A.C.

Scritto da Luca Murolo Il . Inserito in Mostre

WhatsApp Image 2021 11 13 at 10.32.02

“ROOM 14” è il titolo dell’esposizione di ERK 14 alla Piero Renna Arte Contemporanea, che si terrà fino al 31 dicembre. È un tripudio di colori, una festa per gli occhi, come se l’artista volesse costringerci a riconsiderare la bellezza della vita dopo i duri mesi di “lock-down”. Siamo stati chiusi per lungo tempo, cosa non facile per un animale socievole come l’uomo; lo “smart- work”, le mascherine, la distanza sociale. I teatri chiusi, i cinema chiusi, ristoranti e bar chiusi. Le scuole e molti luoghi di lavoro e di raggruppamento chiusi, gli stadi chiusi, le gallerie d’arte chiuse.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

L’artista si assume lui il compito di riaprire e colorare il mondo.

WhatsApp Image 2021 11 13 at 10.32.02 1

ERK 14, al secolo Valerio Sarnataro, nasce a Carmagnola in provincia di Torino, nel 1986, ma vive e lavora a Napoli. Si dichiara artista per caso e non per scelta, dopo una carriera presso agenzie di comunicazioni, tra Milano, Roma e Napoli, crea un proprio marchio di abbigliamento, e collabora come designer con altre case di moda, nel 2007, mosso da personali necessità interiori, comincia il suo percorso artistico. Prima è il bianco e nero, effetti “optical”, poi incontra l’acrilico ed il colore.

WhatsApp Image 2021 11 13 at 10.32.02 2

La mostra è costituita da 14 stanze, room 14 appunto, e tanti sono i lavori esposti. Ogni opera una stanza a se stante, ma collegata alle altre dall’intimo discorso dell’artista. Qualcuno ha definito i suoi quadri dei rebus, e lo sono assolutamente nel puro senso grafico, un insieme di oggetti apparentemente slegati tra loro. 

WhatsApp Image 2021 11 13 at 10.32.02 3 

Il percorso comincia con un quadro, dove un grande armadio giallo con un’enorme chiave dentro, metaforica chiave di rebus, ci suggerisce di mettere ordine per cercare un ordine interiore, che potrebbe esser venuto meno. Ciascuno è libero di scegliere la propria visione, il proprio ordine e di sistemarlo come meglio crede, anche lasciandolo esattamente com’è.

WhatsApp Image 2021 11 13 at 10.32.02 4

Quattordici lavori di varie dimensioni, coloratissimi, ma partendo dal bianco e nero, o meglio, dal nero e bianco, primo amore dell’artista, per poi scivolare in un universo di colori vivi, dove anche le pareti partecipano alla festa con strisce gialle e viola, come un parato che serve a catturare l’attenzione degli spettatori, senza lasciar loro un attimo di tregua. Senza possibilità alcuna di scampo.   

WhatsApp Image 2021 11 13 at 10.32.02 5                                   

Non si sfugge al colore, come non si sfugge alla riflessione. Da ogni opera traspare il passato recente dei mesi di “lock-down”, ognuno davanti al suo schermo, tv o pc, ad affrontare qualcosa di ignoto a cui nessuno era preparato, immagini, spot pubblicitari, sogni repressi, tutto sparato nei nostri cervelli, senza tregua. Senza scampo.

WhatsApp Image 2021 11 13 at 10.32.02 6

ERK 14, con il tratto deciso del suo disegno, le tinte forti e senza sbavature del suo colore, strizza un occhio alla “pop-art”, più Lichtenstein che Warhol esteriormente, ma la sostanza è uguale. Ci riporta indietro di più di mezzo secolo, dove, nuovamente senza scampo, ci mette di fronte ad una società individualista e consumista. Che ognuno si ponga le sue domande.

WhatsApp Image 2021 11 13 at 10.32.02 7

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});