fbpx

Napoli è un set cinematografico a cielo aperto

Scritto da Vitaliano Corbi Il . Inserito in Cinema & TV

l amica geniale trama

Napoli è la città narrata per eccellenza. Raccontata spesso in maniera fantasiosa, mostrata dai media attraverso specifici filtri, mirati a rafforzare topoi risaputissimi: primi fra tutti quelli dell’arretratezza, della sporcizia, della criminalità.

Ma il successo indiscusso di Napoli nel mondo del cinema permette una riformulazione della propria immagine e di una scalata che possa permettere la fuga dalla rete, all’apparenza inestricabile, di luoghi comuni che la avvolge.

A costruire una nuova identità della città ci ha pensato il regista Francesco Prisco, con “Bob and Marys”, film che tratta argomenti delicati e ostici, come anche la camorra, con il convinto obiettivo di allontanarsi nettamente dal “gomorrismo” dilagante che non sembra arrestarsi in alcun modo.

Il capoluogo campano guarda quindi al futuro, nella speranza di porsi come possibile e credibile capitale dell’industria culturale, e lo fa anche con la serie tv “L’amica Geniale” diretta da Saverio Costanzo, tratta dal bestseller della scrittrice Elena Ferrante. Caserta è stata così trasformata in studios cinematografici, proprio come la Galleria Principe di Napoli e la facoltà di architettura. Per cui l'infernale traffico automobilistico e gli odiosissimi ingorghi stradali diventano fenomeni che

rivelano qualcosa di positivo e a tratti un che di sensazionale se a causare tutto ciò sono state le riprese all'Arenaccia e a Piazza Carlo III dell'"Amica Geniale 2", seconda stagione della serie, simbolo manifesto e grandioso della rivitalizzazione.

La serie tv, prodotta da Rai e dal colosso Hbo con la regia di Saverio Costanzo ha fatto sì che l'Arenaccia e Piazza Carlo III siano invase da auto d'epoca e edicole con in bella mostra giornali che riportano la data del dicembre 1961.

Ed è proprio la città di Napoli, set cinematografico a cielo aperto, che riesce a donare anche ai prodotto televisivo una qualità estetica invidiabile.

.