fbpx

Rocco Hunt, perchè il successo

Scritto da Bruno Lanza Il . Inserito in Musica

Rocco hunt lanza

Il Rap, per le sue modalità espressive, nell’immaginario collettivo non è portatore di messaggi rassicuranti. Nello specifico, la madre scuola americana, è ambasciatrice del disagio sociale degli emarginati e delle frange più agguerrite della gioventù in fermento.

Questo giudizio o pregiudizio, non ha mai permesso a questo genere di diventare nazional popolare né in America né in Europa.

I rapper italiani, invece, negli ultimi tempi, anche perché intrisi di una cultura e radici melodiche (siamo la patria mondiale del melodramma) hanno addolcito questo genere con linguaggio più concilianti, pur restando sostanzialmente ribelli, fino ad arrivare al cedimento totale di Rocco Hant.

Rocco Hant con la sua “Nu Juorno Buono” ribalta completamente la storia e le origini del rap, cantando una ingenua felicità, quella del bravo ragazzo della famosa porta accanto, spiazzando, in qualche modo, i benpensanti e quella fascia di società che aveva una preclusione per il genere.

Tra “rosa rosse per te” e “nu juorno buono” non c’è alcuna differenza, almeno nella sostanza buonista ed ottimistica del messaggio a parte lo stilema musicale.

E’ tutto qui il successo di Rocco Hant. Aver reso accattivante e positivo una chiave musicale prerogativa dei bad boy’s, ragazzi scontenti ed incazzati, presso la tranquilla e rassicurante famiglia italiana.