fbpx

Pornosofia: il valore politico dell'erotismo

Scritto da Gabriele Esposito Il . Inserito in Port'Alba

Pornosofia

 

Mercoledì 23 luglio alle ore 16:30, presso il Club "Elio Pomella" in via San Biagio dei Librai 121, Napoli, si terrà il dibattito “Pornosofia: il valore politico dell'erotismo”, come evento collaterale alla Festa dell’Unità organizzata dai Giovani Democratici partenopei.

La pornografia investe, con le sue rappresentazioni, la nostra quotidianità. Immagini erotizzate ci ammiccano da giornali e televisione con richiami continui a temi sessuali. Il consumo di pornografia esplode con un volume di affari che oltrepassa quello degli sport professionistici, diventando un fenomeno di massa, venendo così a codificarsi come liberazione dai condizionamenti della tradizionale morale repressiva o come nuova, insidiosa, gabbia imposta agli uomini. Attraverso un percorso che muove dall’origine della pornografia e si dipana sino ai giorni nostri, l’evento si propone di riflettere sulla tematica del porno come ingrediente quotidiano della network culture.

 

La fruizione di pornografia è divenuta un comportamento sociale di massa e rispetto a tale novità la sociologia è stata chiamata a rispondere, con i suoi strumenti, ad interrogativi che, sin qui, hanno avuto l'attenzione esclusiva di discipline preoccupate di stabilire delle terapie o di contenerne la devianza.

La sintesi sociologica sull'argomento è costituita su tre direttrici principali:

  • la prima, intesa a studiare le aree di conflitto che oppongono sostenitori e oppositori della pornografia, il ruolo dei movimenti, le politiche sociali, la gestione collettiva del «rischio» che l'utilizzo di tali materiali comporta;
  • la seconda, diretta a definire una revisione critica delle ricerche di psicologia del comportamento sui suoi effetti sociali ed individuali;
  • infine la terza, dedicata ad una ricostruzione semiotica dei prodotti che sono oggi disponibili sul mercato.

Il confrontarsi con le ambiguità della censura, con gli insospettabili legami, con la rivoluzione sessuale, con il suo rapporto con la cultura delle classi più elevate, con la complessa e insospettata trama di rapporti che la legano al mondo contemporaneo, sino a giungere alla comprensione dei motivi che hanno fatto della pornografia il fondamento della cultura di massa e dei suoi rapporti con l’agenda politica.

 

Queste saranno tra le tematiche oggetto di riflessione del dibattito che si terrà mercoledì 23 luglio. A differenza di molti progetti, che da anni trattano dell’argomento come nuova fonte di immaginario ed emancipazione, in tale contesto, si vorrà, realmente, organizzare una discussione pragmatica invitando chi il porno lo fa davvero e chi lo usa come una pratica di liberazione artistica e politica indipendente. Saranno ospiti della serata la sexy star Lisa Torrisi, lo scrittore Luca Murolo, il giornalista Emilio Magliano, organizzatore di Erotica Tour, ed il presidente dell’Assosex Augusto Pistilli. La riflessione sociologica sarà affidata al professor Luigi Caramiello, docente di sociologia dell’arte e della letteratura, della Federico II. Modererà l’incontro Giuseppe Cozzolino dei Giovani Democratici.

 

 

Festa dell'Unità dei Giovani Democratici di Napoli

Dibattito "Pornosofia: il valore politico dell'erotismo"

Mercoldì 23 luglio, ore 16:30

Club "Elio Pomella", via San Biagio dei Librai 121, Napoli