fbpx

Una voce fuori dal coro sul Forum delle Culture

Il . Inserito in Port'Alba

Forum Culture Napoli -  nuovo logo

Se non avete programmi a lunga scadenza, potete stare tranquilli perché nei prossimi mesi il Comune di Napoli e i Comuni sedi dei siti UNESCO di Caserta, Benevento, Pompei, Ercolano, Ascea e Paestum ospiteranno la IV edizione del Forum delle Culture.

Una manifestazione globale che ha luogo ogni tre anni in parti diversi del mondo: nasce nel 2004 a Barcellona, prosegue nel 2007 in Messico a Monterrey, poi nel 2010 in Cile, a Valparaiso e il 28 Novembre 2013 si è svolta la cerimonia ufficiale per dare inizio al Forum delle culture a Napoli.

Cinque i temi scelti per quest’edizione, unico l’obiettivo: interazione, partecipazione. D’altronde lo stesso titolo è indicativo e non casuale: forum delle culture, il che vuol dire che non vi è una sola cultura, ma ve ne sono tante e si cerca di offrire al cittadino una visione globale, uno sguardo sul mondo che lo renda un po’ più cosmopolita e un po’ meno chiuso in se stesso. Diversità culturale, condizioni per la pace, conoscenza, sviluppo sostenibile e mare sono i fili rossi, gli argomenti al centro di dibattiti, convegni, tavole rotonde e manifestazioni.

Per esempio tutto il mese di Settembre sarà dedicato all’Accampamento della pace, progetto organizzato in collaborazione con il sistema delle Nazioni Unite che coinvolge giovani di età compresa tra i 13 e i 14 anni provenienti da diverse città del mondo; per quest’edizione vi saranno delegazioni provenienti da Spagna, Messico, Cile, Kenya, Cina, Brasile, Uruguay, Senegal, Vietnam, Bosnia ed Erzegovina, Bangladesh per aprire un dibattito, un confronto tra rappresentanti di paesi così lontani, così diversi, ma, sotto alcuni profili così simili: paesi al centro di conflitti sociali, culturali, economici.

Per gli appassionati di arte, invece, nelle sale del Convento di San Domenico Maggiore fino al 31 Agosto è riprodotta l’opera Omnia dei grandi maestri Leonardo, Raffaello e Caravaggio; le riproduzioni multimediali permettono così di godere della bellezza dell’arte di tre dei più grandi pittori italiani. Dal 1 Settembre al 31 Dicembre 2014 la Cappella e il Museo del Tesoro di San Gennaro ospiteranno la collezione di ori, argenti, gemme e smalti della Napoli Angioina per rivivere una parte della storia napoletana, quella dal 1266 al 1930.

Inoltre dal 18 Luglio fino a metà Agosto la Rotonda Diaz sarà animata da musica e concerti a ingresso gratuito, tra gli ospiti Enzo Gragnaniello e Diego El Cigala, Angelique Kidjo, vincitrice del Grammy Award, Peppe Barra, che festeggerà i suoi settant’anni di vita dedicati al mondo dello spettacolo e, ancora, Youssou N’Dour, artista senegalese, Daniele Sepe e la sua Brigata Internazionale e di Anima mediterranea.

Ma non è solo il comune napoletano al centro di tanti eventi, bensì anche, per esempio Pompei, dove il 9 Agosto potrete godere di uno spettacolo particolare: la messa in scena di un processo a un’eroina della tragedia greca, Clitemnestra oppure, nell’area archeologica di Elea-Velia, dal 19 al 22 Agosto saranno rappresentati alcuni percorsi filosofico - drammatici ricavati dai dialoghi di Platone.

Insomma riportare l’intero programma in quest’articolo lo renderebbe lungo e noioso, mi sono limitata a segnalare alcuni tra gli eventi che ho ritenuto più interessanti, ma potete trovare maggiori informazioni e dettagli sul sito del Forum delle Culture.

Tra le varie ricerche mi è capitato di leggere più di una critica nei confronti di questa manifestazione: una città senza soldi, con i suoi mille problemi, si preoccupa di ospitare un evento di portata mondiale piuttosto che concentrarsi su questioni più urgenti e importanti? Critiche lecite, per certi versi scontate, ma, arrivati a questo punto, una volta che "il dado è tratto" perché non pensare a godersi questi mesi, perché non vedere il lato positivo e approfittare di quest’opportunità per poter trascorrere giornate diverse ed imparare qualcosa di nuovo?

 

Per maggiori informazioni sull'evento: