fbpx

L'angolo del libro: Ragazzi straordinari di Giancarlo Marino

Scritto da Serena Venditto Il . Inserito in Letteratura

ragazzi straordinari

In un universo parallelo ispirato alla Germania della Guerra fredda, sorge la Città, capitale del Tragenstand settentrionale ideologico. Qui vive un gruppo di giovani artisti che, in contrasto con l’inoffensiva apparenza, gestisce un traffico di clandestini oltrecortina, verso il meridione capitalista.

Darius, il professorino con gli occhiali d’oro e l’eterno completo di velluto, l’ideologo del gruppo; Conrad, pittore eroinomane, che alterna momenti di sana lucidità e di visionaria follia, fidanzato con Beatrix, rossa e ribelle, annoiata figlia del potentissimo ministro Riegler; Hanna, timida e impacciata pianista che viene dalla provincia betiana e Hans, che si diverte a fare il turista in casa propria dopo aver compiuto un lungo e misterioso viaggio all’estero.

Scritto in un linguaggio denso e corposo, Ragazzi straordinari mescola il ritmo incalzante di una spy story in piena regola, fatta di complotti spionistici, funzionari corrotti, prostitute alleate, e notturne fughe rocambolesche con le vicende personali e sentimentali dei cinque protagonisti. Il tutto perfettamente calato nella temperie culturale artistica e musicale della Berlino degli anni immediatamente precedenti alla caduta del Muro, fra musica elettronica, murales e pittura astratta.

Giancarlo Marino, docente di scrittura del laboratorio Homo Scrivens e già co-curatore della fortunata Enciclopedia degli scrittori inesistenti, ci trascina in una storia incalzante scritta con la nitidezza di una graphic novel e la potenza di un romanzo d’altri tempi.

E noi, in verità, ci facciamo trascinare volentieri, senza fare troppe domande. La polizia di frontiera potrebbe arrabbiarsi.

 

Giancarlo Marino

Ragazzi straordinari, Wunderkinder

Homo scrivens, 570 pagine, 17 Euro

Disponibile su: