fbpx

Callejon come Virdis, gol sbagliati e Equitalia tormentano i napoletani

Scritto da Giuseppe Pedersoli Il . Inserito in Il Pallonetto

corr18 21348 immagine obig

Iniziamo dalla fine? “Quanto al Napoli, se si sbagliano gol come ha fatto Callejon è duro dar la colpa all’allenatore”. A Gianni Mura su Repubblica, voto 10 con due lodi. Per i mie coetanei: Pietro Paolo Virdis andò via dalla Juve dopo un clamoroso gol mancato nel derby col Torino. L’avvocato Agnelli disse che anche lui (con un noto problema di zoppìa) avrebbe segnato quel gol e Virdis fece la sua fortuna.

Andò a fare la spalla privilegiata di Marco Van Basten al Milan, nella stessa squadra che col 2 a 3 al San Paolo scippò lo scudetto al Napoli di Maradona. A tutto questo aggiungiamo il rigore fallito dal leone rimasto in gabbia, Higuain, e la frittata è completa. Ma Callejon e Higuain sono i due fuoriclasse del Napoli, pensiamo al punto guadagnato e alla Roma che arriverà a Napoli sabato prossimo. Non commettiamo l’errore della Juve con Virdis, che al Milan visse una seconda giovinezza diventando pedina inamovibile in nazionale. I due calciatori spagnoli devono essere il perno su cui progettare il futuro. Perché quest’anno la squadra di Benitez è così, rassegnamoci. Zeman allievo di Rafa o viceversa, considerando l’anagrafe? Emozioni, partite esaltanti e tanti gol, sia subiti sia segnati. Le pagelle, ahimè, tornano negli inferi della mediocrità. Se pure Jose Maria e Gonzalo scivolano clamorosamente sotto la sufficienza, siamo rovinati. Il portiere Rafael evoca Mattolini. Antonio Corbo lo paragona, su Repubblica, a chi tenta di agguantare il fiocco sulla giostra volante al luna park (voto 9 a Corbo). Eppure, Roma e Corriere della Sera assegnano un bel 6 all’estremo difensore brasiliano. L’unico giudicato sufficiente da tutti è Lorenzo Insigne. Albiol è bacchettato da tutte le testate per aver lasciato solo Denis in occasione del gol atalantino. Basta coi numeri, coi voti ai calciatori azzurri. Ultima valutazione, personale, è all’ufficio tributi del comune di Napoli: zero spaccato. “Cartelle pazze”  per la tassa sulla spazzatura (Tari o Tares o Tarsu, fate voi) e centinaia di persone in fila a protestare. Non sono “cartelle” ma pur sempre di “avvisi Equitalia” si tratta.  Aiuto! Sempre forza Napoli.