fbpx

Carpe Diem, si va in scena

Scritto da Gabriele Esposito Il . Inserito in Teatro

 

carpe diem

La compagnia “Carpe diem” nasce nell’Ottobre del 2006 come laboratorio teatrale della Parrocchia SS. Crocifisso e S. Rita per espresso desiderio di Gianni Bilo. Il parroco, Monsignor Antonio D’Urso, scomparso nel Giugno del 2011, dopo un trentennio circa di sacerdozio nel quartiere, sposa l’idea di una compagnia parrocchiale stabile, essendo da sempre mecenate e promotore di spettacoli canori e recitativi, e favorisce l’istituzione di un vero e proprio laboratorio teatrale.

Nonostante la morte del compianto padre Antonio, l’attività del laboratorio non si è fermata, trovando continuità nell’opera pastorale di don Vincenzo Mazzocchi, il nuovo parroco. La compagnia, che ha potuto contare, per un periodo, sulla collaborazione di Umberto Savarese e Rosario Postiglione, ha iniziato a produrre spettacoli da Giugno 2007, con recitazioni di brani in prosa e poesie.

La sceneggiatura e la recitazione di ogni spettacolo, curata e scritta da Gianni Bilo, è sempre stata realizzata in vernacolo, con il proposito di avvicinare i neoattori alla lingua napoletana e di valorizzarla.

I “Carpe diem realizzano commedie inedite, quali: Due uova al tegamino,Chi ‘o ffa…se ll’add’aspettà, E nascett‘o ninne, Patrizia Amore, lo spettacolo comico-musicale “Due sorrisi tra le note”, Mettimmece d’accordo e ‘nce vattimme.

Dall’Ottobre 2007 il laboratorio apre anche agli juniores, bambini tra i 7 e i 10 anni, che mettono in scena: Il regista difettoso, Natale in casa…Napoli, Le mie cicognine, Valore di un sorriso, ‘E nascett’o ninne, Neve Bianca.

Lo scorso 23 novembre 2014, presso la sala teatrale della Chiesa di Santa Rita, “Carmine Capasso”, compianto poeta e direttore artistico della struttura sino al 2005, i “Carpe Diem”, seniores,hanno portato in scena, di Eduardo de Filippo, la piece “Filumena Marturano”, in tre atti. Spettacolo riuscito benissimo, con grande risposta del pubblico, facendo registrare il tutto esaurito (la struttura può ospitare sino a 220 posti a sedere, ndr), con il ricavato della serata devoluto in opere di beneficenza.

Gli attori, Cinzia Pagano (Filumena), Mario Imparato (Domenico), Peppe Migliardo (Alfredo), Susy Liparulo (Rosalia), Fabiana Grasso (Diana), Carolina Cariello (Lucia), Pietro Perna (Umberto), Antonio Massa (Riccardo), Franco Garofalo (Michele), Salvatore Mattiucci (Avv. Nocella), Patrizia Ferro (Teresina), Daniele Perna e Pina Mastrodomenico (i Facchini), hanno espresso il loro talento, in modo disimpegnato tecnico e genuino, anche in una rappresentazione che configura tutti i crismi della difficoltà della teatralità edoardiana.

Il regista Gianni Bilo, raggiunto, a fine spettacolo, si dice soddisfatto della rappresentazione e del contributo globale in termini recitativi del gruppo, molto unito e spinto dalla continua ricerca di recitare divertendosi.

 

Inoltre, Bilo, ci invita, dandoci appuntamento, alla rappresentazione degli juniores, per il 7 dicembre 2014, sempre presso la sala Teatro “Carmine Capasso”, in Santa Rita, alle ore 19,30, con il musical “Cappuccetto Verde”.