fbpx

Lo Stadio Olimpico decentrato tra Roma, Napoli e Firenze: l'idea vincente(?)

Scritto da Gabriele Crispo Il . Inserito in Vac 'e Press

Roma-2024

È di pochi giorni fa l'annuncio del Premier Matteo Renzi nel corso della cerimonia dei Collari d'Oro del Coni: "Vogliamo le Olimpiadi 2024, Roma sarà al centro del progetto [..] ci sarà un garante per la trasparenza”. L'Italia di Renzi si è quindi ufficialmente candidata ad ospitare le Olimpiadi del 2004. Il Premier in merito alla candidatura afferma che “non lo faremo con lo spirito di De Coubertin, per partecipare: lo faremo per vincere, statene certi […] non dobbiamo rannicchiarci, l'Italia può vincere la medaglia d'oro.

Ecco con questo spirito annuncio che saremo a fianco del Coni perché l'Italia a settembre 2015 presenti la sua candidatura ai Giochi olimpici del 2024. Non sarà una candidatura tanto per partecipare, ma una sfida che vogliamo vincere e per cui faremo tutto il possibile fino al 2017, quando sarà scelta la sede. Avremo una struttura organizzativa all'avanguardia e saremo tutti impegnati perché l'Italia vinca questa partita. Roma sarà al centro del progetto, poi il Coni deciderà quali altre realtà coinvolgere”.

Qualche giorno dopo quest'annuncio - che avrà fatto contenti i molti Italiani con manie di protagonismo, stanchi di vedere il loro Paese ai margini dello scenario internazionale – oltre alla notizia che anche gli Usa si candidano ad ospitare i Giochi Olimpici del 2024 è arrivato un articolo del polemico Daily Telegraph che ha affermato in un contestatissimo articolo che “i giochi saranno ospitati dalla città in tutto il Paese, con eventi che si svolgono a Roma, Firenze, Napoli e la Sardegna - sede della camorra».
Un articolo duro e ironico quello del quotidiano inglese che ricorda gli ultimi scandali che stanno attraversando l'Italia, da Mafia Capitale agli arresti per l'Expo ed il Mose: il prezzo che dobbiamo pagare agli occhi del mondo per la crisi istituzionale che ancora una volta stiamo vivendo.
Queste sono state le reazioni estere, in Italia oltre alle assurde e qualunquiste dichiarazioni di Lega e M5S, non si sono lasciate attendere dichiarazioni di approvazione all'abile mossa del Governo. Anche il Comune di Napoli è sceso a ballare il valzer delle dichiarazioni affermando: "Napoli può ospitare gli sport d'acqua". In verità la città di Napoli , come annunciato dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi, farà parte del progetto Giochi Olimpici 2024. Sulla questione è intervenuto proprio Luigi de Magistris: "Già nei mesi scorsi, quando si fecero pressanti le voci di una candidatura dell'Italia e di Roma ad ospitare le Olimpiadi del2024, ebbi a dichiarare che, come per l'edizione del 1960, Napoli avrebbe potuto ospitare gli sport dell'acqua […] lo straordinario scenario naturale della nostra città, unico al mondo rappresenta una garanzia assoluta per raccontare al meglio l'immagine nuova e diversa della città, come è stato dimostrato dai tanti eventi internazionali che abbiamo, con indubbio successo, ospitato negli ultimi due anni".

Circa il successo della candidatura è intervenuto il presidente della Cio, Thomas Bach che ha dichiarato: “Non è un segreto che una candidatura di Roma per i Giochi del 2024 sarebbe molto forte. L'Italia è un Paese con grande passione sportiva e grande atleti che combina efficienza nell'ospitalità e nell'organizzazione. Si tratterebbe di una candidatura molto forte che avrebbe la simpatia di molti, non solo nella famiglia olimpica ma all'interno di tutto il movimento".

L’assegnazione dell’organizzazione dei Giochi Olimpici estivi del 2024, la trentatreesima edizione della più grande competizione sportiva al mondo, avverrà solamente nel 2017, ma già da adesso il dibattito è vivo nei diversi Paesi che intendono candidarsi ad ospitare la rassegna: vista la rotazione tra continenti, nel 2024 la città favorita dovrebbe provenire dal continente europeo. Le avversariedi Roma in Europa potrebbero essere Parigi e Amburgo (anche se forse la Germania avrebbe deciso di candidare Berlino nel 2028).

L'Italia in profonda crisi, uscita di recente da un decennio di recessione, dovrebbe riuscire a sostenere le spese per le Olimpiadi perché oggi prevale l'idea, a Losanna come a Roma, di Olimpiadi low-cost e cioè riciclare ciò che già esiste, spalmare sul territorio le competizioni, fissare alcuni tetti. La parola d'ordine è quindi “decentrare”: Roma, Napoli, Firenze, Sardegna, Milano (che secondo Maroni dovrebbe diventare la candidatura Italiana), saranno lo Stadio delle Olimpiadi 2024?