fbpx

L'angolo del libro: "Gelo" di Maurizio De Giovanni

Scritto da Serena Venditto Il . Inserito in Letteratura

gelo

In una Napoli che sembra Stoccarda, irriconoscibile per il freddo pungente e il vento che taglia il respiro e non dà tregua, che ti insegue ovunque e mette disordine anche nei pensieri, si consuma un duplice omicidio: Biagio e Grazia Varricchio, giovanissimi fratello e sorella di origini calabresi, vengono assassinati nella loro abitazione, in via Egiziaca, in circostanze più che oscure.

L’indagine viene affidata al commissariato dei cosiddetti Bastardi di Pizzofalcone, un manipolo di agenti non-scelti, bensì scartati da altri commissariati della città perché considerati inadeguati, inefficienti, violenti o scomodi, confinati a Pizzofalcone per non dare troppo fastidio e ridare vita a un ufficio compromesso da una brutta storia di droga. Devono venire a capo della faccenda, ne va in gioco la loro stessa sopravvivenza.
A che scopo assassinare due ragazzi dall’esistenza tutto sommato innocua? Solo una cosa è certa, Biagio e Grazia dovevano incontrare il padre che non vedevano da diciassette anni perché appena uscito di galera dopo aver scontato una pena per omicidio. Un incontro che certo doveva avere un carico di tensione non trascurabile. E chissà quali segreti inconfessabili.
Nel nuovo romanzo della serie dei Bastardi, Maurizio de Giovanni ci porta in mondo noir che vive fra l’87esimo Distretto di McBain e il lungomare di Napoli stravolto dal vento di tramontana, nelle storie delle anime del commissariato e dei delitti inspiegabili. Dove fa più freddo che mai.

 

Maurizio de Giovanni

Gelo

Einaudi, 320 pagine, 10 euro

Disponibile su: