fbpx

Port'Alba

Dal nome dello storico mercato dei libri cittadino, uno sguardo sul teatro, la musica, la letteratura e tutto ciò che è cultura, rigorosamente "made in Napoli"

Procida come nuova Capitale Italiana della Cultura 2022

Scritto da Francesca Ciampa Il . Inserito in Port'Alba

Ph. Agostino Granatiero available at agogra

La città campana è stata dichiarata dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, come la nuova Capitale italiana della Cultura 2022.
La cerimonia di proclamazione tenutasi esclusivamente per mezzo virtuale ha visto vincitrice Procida tra dieci centri finalisti rappresentati da Volterra, Pieve di Soligo, Ancona, Bari, Trapani, Verbania, Taranto, Cerveteri e L’Aquila. Ognuna delle strategie proposte dalle 10 città finaliste è basata sulla capacità di affidare il territorio alla cultura, intendendo quest’ultima come motore di sviluppo e tutela del patrimonio culturale connotante i propri siti.

Lamont Young: un architetto visionario a Napoli

Scritto da Luca Murolo Il . Inserito in Port'Alba

deb1159a d398 4429 96f7 46fff870ebe1

Troppo avanti per i suoi tempi, forse nacque un secolo prima del dovuto, ma a ben guardare i suoi progetti, le sue utopie, avrebbero avuto vita dura anche ai tempi nostri.
Lamont Young, nato a Napoli nel 1851 da padre Scozzese e madre Indiana, pur avendo vissuto all’ombra del Vesuvio tutta la vita, non prese mai la nazionalità italiana.

“Ventuno” L’ultima mostra virtuale “pandemica” del movimento culturale Kaos48: raccontiamo il nuovo inizio

Scritto da La Redazione Il . Inserito in Port'Alba

Ventuno Cop FB

La dirompenza con cui il COVID ha cambiato le nostre abitudini e le nostre emozioni, ci ha portato ad attendere il 2021 con fervore. La pandemia ci ha fatto riscoprire valori come il legame, l’affetto e la socialità, ma quando e come li ritroveremo? In che modo si stanno modellando il nostro essere e la nostra epoca?

Domenico Scarlatti (seconda parte)

Scritto da Antonio Capotosto Il . Inserito in Port'Alba

Scarlatti D. 1

Pagine di alto valore ha invece la musica religiosa di Domenico Scarlatti, che lo rivela in possesso delle più sofisticate risorse della tecnica contrappuntistica: notevole in particolare è uno ‘Stabat Mater’ per 8 voci e basso continuo.

Es-saouira, una Positano africana

Scritto da Luca Murolo Il . Inserito in Port'Alba

fd1c0e92 0d63 4a4a 8be1 0a6d1a6e6bcd

Trasmetto nel titolo quella che è stata la mia impressione quando vi misi piede, molti anni fa, per la prima volta, e si è ripetuta ogni qual volta mi ci sono recato. Molto di più che una cittadina turistica affacciata sulle coste dell’Atlantico, qui si respira storia e cultura; ma soprattutto il culto del bello, l’estetica, la cura dei dettagli, illumina ogni angolo della città vecchia, all’interno delle mura, sorprendendo il visitatore ed invogliandolo ad esplorare ogni vicolo.

Domenico Scarlatti (prima parte)

Scritto da Antonio Capotosto Il . Inserito in Port'Alba

Scarlatti 2

Compositore (Napoli 1685-Madrid 1757). Sesto figlio di Alessandro, con il quale compì gli studi musicali, nel 1701 fu nominato organista della cappella reale di Napoli, dove esordì nel 1703 come compositore teatrale.

Alessandro Scarlatti (seconda parte)

Scritto da Antonio Capotosto Il . Inserito in Port'Alba

Scarlatti 1

Autore di una produzione immensa, che tocca tutti i generi musicali dell'epoca, Alessandro Scarlatti fu la maggior personalità del teatro musicale tardo-barocco italiano. Autore di sessantacinque melodrammi (il numero non comprende le numerose revisioni di composizioni altrui e i cosiddetti pasticci), elaborò un'opera che forniva un solido schema razionale, basato su moduli formali fortemente stilizzati, al fantasioso e spesso anarchico melodramma barocco.

Portici Science Cafè: “Tutte le lingue del mondo – Come comunicano le persone sordocieche”.

Scritto da Rosa Giovannetti Il . Inserito in Port'Alba

PSC streaming

“Se non è stato nelle mani e nel corpo, non può essere nel cervello” Bev Bos

Inserito come sempre nel programma dedicato alla divulgazione scientifica di Villa Fernandes, che abitualmente ospita gli incontri in presenza, il secondo evento del ciclo di incontri 2020/2021 del Portici Science Cafè – svoltosi in streaming a causa dell'emergenza pandemica – ha affrontato il tema della comunicazione per le persone sordocieche.