fbpx

A gamba tesa

I nostri editoriali a commento degli avvenimenti più rilevanti della settimana politica

Napoli. Dalle elezioni regionali 2020 alle comunali 2021

Scritto da Massimo Calise Il . Inserito in A gamba tesa

de luca 3

I dati delle elezioni del 20 e 21 settembre 2020 sono all’attenzione dell’opinione pubblica e dei partiti. A Napoli l’analisi è resa ancor più necessaria sia dalle ormai imminenti elezioni comunali, sia dalla palese crisi dell’attuale amministrazione De Magistris che vede la città prostrata, con problemi storici acuiti e isolata dal punto di vista politico/istituzionale.

SOS CLIMA PAZZO. IL CAMBIAMENTO CLIMATICO DEVE SPAVENTARCI

Scritto da Gabriele Crispo Il . Inserito in A gamba tesa

mediterraneo italia w630

Siete rimasti senza scuse e noi siamo rimasti senza più tempo.” (cit. Greta Thunberg)

«L’ennesimo articolo sul cambiamento climatico…e che noia». «È vero è sempre lo stesso articolo, quasi non si distingue dagli altri, eppure è sempre lo stesso problema, un vero problema irrisolto, difficilmente risolvibile: il cambiamento climatico». Il riscaldamento globale sta cambiando il nostro pianeta e il clima sembra essere impazzito. Il maltempo della scorsa settimana e i fenomeni estremi ai quali ci stiamo abituando ci impongono una riflessione per cambiare e invertire la tendenza di marcia.

Prometti, prometti, qualcosa rimarrà

Scritto da Mariano D'Antonio Il . Inserito in A gamba tesa

Recovery fund la linea della fermezza in Europa sta pagando

L'Europa si sta avviando sulla discesa di una recessione economica che alcuni prevedono assai grave, diffusa e prolungata. Saranno si dice, almeno due anni difficili e gli scienziati temono anche un ritorno del corona virus, la pandemia che ha messo in ginocchio la salute della popolazione e bloccato il ciclo economico.

S.O.S. turismo in alto mare

Scritto da Paolo Catanzariti Il . Inserito in A gamba tesa

flight cancelled

Se dovessimo stilare una speciale classifica fra i settori dell'economia più colpiti dall'emergenza corona virus, fra i primi posti primeggerebbe purtroppo l'intera filiera del turismo, in Italia ed in particolar modo al Sud, dove il fenomeno negli ultimi anni ha raggiunto numeri importanti ed una crescita esponenziale.

Le Fondazioni bancarie come operano nel Mezzogiorno?

Scritto da Mario Bartiromo e Mariano D'Antonio Il . Inserito in A gamba tesa

5cc1365f2400003200381148

Le Fondazioni bancarie sono nate nel 1990 dalla fine delle banche pubbliche attraverso la riforma di Giuliano Amato. Si sono affermate come esperimento di “privato sociale”. Un soggetto ibrido, né propriamente pubblico né propriamente privato, che persegue un’utilità economica a fini sociali. Le fondazioni sono in gran parte azioniste fondamentali dei principali gruppi bancari italiani e ridistribuiscono i loro dividendi sul territorio nel quale operano.

Cara salute psicologica, per il Sistema Sanitario Nazionale non esisti

Scritto da Fabiola Liguori Il . Inserito in A gamba tesa

salute psicologica

Cara salute psicologica,

vengo io, con questa mia, a dirti che non esisti.

È strano rivolgermi a te in questi termini, ma questa sembrerebbe la conclusione più “ragionevole” di una situazione estremamente delicata, dalle caratteristiche paradossali.

Faccio un passo indietro per descrivere a come sia arrivata a questo epilogo.

La politica al Sud nel dopo Coronavirus

Scritto da Mariano D'Antonio Il . Inserito in A gamba tesa

Coronavirus Napoli

E' in corso un affannoso rincorrersi di provvedimenti politici per superare la fase del contrasto all'infezione del corona virus. E sorgono interrogativi e dubbi sulla legittimità dei provvedimenti assunti dal governo Conte e sulla loro efficacia soprattutto nel Mezzogiorno.

Fase 2: ecco perché potremmo non aver affatto voglia di uscire di casa

Scritto da Matteo Zapelli Il . Inserito in A gamba tesa

Sindrome della capanna

La chiamano la “sindrome della capanna”: le persone che hanno vissuto sotto stress, ma che hanno gestito bene il confinamento, con il tempo per loro stessi, i loro cari e i loro hobby e a cui il ritorno alla normalità genera molto più stress. Abbiamo superato il tanto atteso 4 maggio e si allenta il lockdown anche se, lo ribadiamo, non è un “libera tutti”.

Il 25 aprile tra passato e presente

Scritto da Massimo Calise Il . Inserito in A gamba tesa

172502779 fa87ad74 4ba0 45ac 8a37 96b7cf77a0df

Settantacinque anni orsono, il 25 aprile segnò la fine dell’occupazione nazifascista e di un periodo di guerra cruenta che costò la vita a migliaia di persone. Tanti uomini e donne, tanti giovani impegnati nella Resistenza morirono per conquistare, anche per noi, libertà e democrazia. L’impegno di una minoranza consentì che il sentire di molti divenisse realtà; il loro ricordo, tuttavia, da alcuni anni è abbastanza appannato.

Giulio Tarro: “col caldo tutto tornerà alla normalità”. Contro il Covid 19 “serve una cura più che un vaccino”

Scritto da Gabriele Crispo Il . Inserito in A gamba tesa

GIULIO TARRO

A chi denigra e infanga il suo curriculum risponde: “Lo scorso anno, dopo diverse sollecitazioni, ho scelto di collaborare attraverso la redazione di articoli per il Giornale dei Biologi e la partecipazione a vari convegni, alle attività dell’ONB, Ordine Nazionale dei Biologi. Questa mia scelta non è evidentemente piaciuta a quanti non condividono le scelte dell’ONB in materia di sicurezza dei vaccini e da allora, attraverso i social network, questi signori non hanno perso occasione per infangarmi e diffamarmi, costringendomi così a rivolgermi all’autorità giudiziaria per vedere tutelato il mio buon nome”.

Lettera ai Cinque Stelle a proposito dei fondi del MES

Scritto da Camillo Manna Il . Inserito in A gamba tesa

images

Riceviamo e pubblichiamo il contributo di Camillo Manna, Medico di Medicina Generale e consigliere comunale del Partito Democratico ad Afragola. La Redazione.

Premetto che non sono uno di Voi, non la penso come Voi ma ciò nonostante scrivo proprio a VOI e spiego il perché: alle ultime elezioni Politiche, in cui avete ottenuto il sostegno di oltre un terzo degli Italiani, avete quasi superato il 50% dei suffragi nelle regioni meridionali. Però un conto sono i proclami elettorali ed altro conto, invece, è la responsabilità di governare un Paese, soprattutto quando vive delle differenze strutturali territoriali abnormi.