fbpx

Teatro

Dalle vecchie glorie alle nuove stelle, passando in rassegna cartelloni, iniziative, anteprime. Per "vivere sul serio quello che gli altri, nella vita, recitano male" (Eduardo De Filippo)

“MalaMente”, ad Aversa va in scena la follia

Scritto da Clara Letizia Riccio Il . Inserito in Teatro

collettivo malaterra

“La follia è una delle cose più sacre che esistono sulla terra. È un percorso di dolore purificatore, una sofferenza come quintessenza della logica. La follia deve esistere per se stessa, perché i folli vogliono che esista. Noi la chiamiamo follia, altri la definiscono malattia.”

(Alda Merini)

Torna a teatro “Le braci” di Sándor Márai, con Renato Carpentieri protagonista

Scritto da Roberto Calise Il . Inserito in Teatro

2019.10.24 Torna a teatro Le braci di Sandor Marai con Renato Carpentieri protagonista 2

Un uomo, ormai anziano, torna nella sua terra natia, ed incontra il suo migliore amico. Faccia a faccia, cominciano a ripercorrere gli anni della gioventù, dell’amore, della guerra, con un segreto che, come un’ombra, si allunga su entrambi. E’ questa, in estrema sintesi, la trama de “Le braci”, capolavoro dello scrittore ungherese Sándor Márai, che, adattato per il teatro da Fulvio Calise e con la regia di Laura Angiulli, segna il ritorno sulle scene di Renato Carpentieri, coadiuvato da Stefano Jotti, che, dopo l’esordio dello scorso anno, torna in scena da mercoledì 23 a domenica 27 ottobre 2019 al Teatro Nuovo, in via Montecalvario 16, nel cuore dei Quartieri Spagnoli di Napoli.

Un po' di storia del teatro napoletano (terza parte)

Scritto da Antonio Capotosto Il . Inserito in Teatro

De Filippo

L'enorme successo di Eduardo Scarpetta suscitò reazioni di vario genere: dai drammoni lacrimosi recitati dalla compagnia di Federico Stella ai vari tentativi di “teatro d'arte” patrocinati in genere dall'attore Gennaro Pantalena con copioni di Salvatore Di Giacomo ('Assunta Spina', 'Mese mariano'), Diego Petriccione ('Quatto 'e maggio'), Libero Bovio ('So' ddiece anne'), Roberto Bracco ('Uocchie cunzacrate'), Ernesto Murolo ('O Giovannino o la morte'), ecc.

Un San Carlo di…vino!

Scritto da Maddalena Maria Sorbino Il . Inserito in Teatro

de magistris 5

Il Teatro San Carlo dal 14 marzo all’8 giugno 2019, è sede di una meravigliosa iniziativa, insieme all’Associazione Wine&Thecity, chiamata “Opera Wine Lab”: un percorso sensoriale che unisce l’Opera e il vino in dodici appuntamenti, suddivisi in due turni, alle 17 e alle 18, massimo per 35 persone.

Ragazzi di vita… oggi!

Scritto da Maddalena Maria Sorbino Il . Inserito in Teatro

a40fd09e c492 479f abf5 b3714b5a8280

Al teatro Bellini di Napoli, dal 26 al 31 marzo, Massimo Popolizio ha portato in scena un’opera scritta da Pier Paolo Pasolini e adattata da Emanuele Trevi: “Ragazzi di Vita”, pubblicata dall’autore nel 1955.

Meglio il teatro! Ecco come ricevere una card gratuita per sconti al teatro!

Scritto da Raffaele Annunziata e Angela Pascale Il . Inserito in Teatro

meglio il teatro

L'Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro, società nata nel 2015 dall’incontro di due storiche strutture napoletane di produzione teatrale: la società Ente Teatro Cronaca e l’associazione Vesuvioteatro, con lo scopo di creare una più forte sinergia produttiva in grado di affrontare al meglio le sfide che attendono il futuro del teatro italiano ed europeo e riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali e dalla Regione Campania quest'anno ha deciso di produrre "Meglio il teatro".

Le donne: patrimonio dell’umanità!

Scritto da Francesco Miragliuolo Il . Inserito in Teatro

rose addirose

Sabato 24 e domenica 25 Novembre, è andato in scena, al Teatro Palcoscenico “Rose addirose”, liberamente ispirato al libro “Fiore… come me” di Giuliana Covella, dove l’autrice ripercorre le storie di alcune vittime di femminicidio, partendo dalla quotidianità.

Alessandro Gassmann dirige “Fronte del Porto” di Elia Kazan - In scena al Teatro Bellini dal 6 al 25 Novembre

Scritto da Francesco Verdosci Il . Inserito in Teatro

gassman

Dal Nord-America al Sud-Italia, da New York alla Napoli post-terremoto dell’80: Alessandro Gassmann porta in scena uno dei più grandi capolavori della storia del cinema, quel magnifico “Fronte del Porto” - del maestro Elia Kazan - uscito nel 1954 con Marlon Brando nel ruolo del protagonista Terry Malloy, in una di quelle mitologiche performance che lo hanno consacrato per sempre all’Olimpo della Settima Arte.