fbpx

Il Palazzo

Dai palazzi del potere di Napoli a quelli di Roma.

Le più delicate questioni istituzionali esaminate da specialisti del settore.

Caso Open Arms e l'abbraccio fra i due Matteo

Scritto da Paolo Catanzariti Il . Inserito in Il Palazzo

renzi 1

Italia Viva in Senato non partecipa al voto in commissione nella giunta per le immunità e salva Matteo Salvini dal processo. La vicenda vede imputato l'ex Ministro dell'Interno per sequestro plurimo di persona aggravato, nel caso Open Arms, nave della ONG spagnola, lasciata in alto mare la scorsa estate, per volere dell'ex Ministro, con 107 persone a bordo.

Le società estero-vestite e gli “investimenti fantasma”

Scritto da Mario Lettieri e Paolo Raimondi Il . Inserito in Il Palazzo

fondo ue

Gli investimenti diretti esteri (FDI l’acronimo in inglese) possono avere un ruolo molto importante per lo sviluppo economico, per l’aumento della produttività e dell’occupazione e per l’integrazione internazionale. Perciò, tutti i Paesi sono interessati ad attrarli. Vari centri studi, tra cui quelli dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico e del Fondo monetario internazionale, ritengono che ammontino a oltre 40.000 miliardi di dollari.

Quando l'ingiustizia del debito è imposto per legge, la resistenza diventa un dovere: l’esperienza della Consulta pubblica di audit sul debito di Napoli e la sua ribelle Delibera di Giunta

Scritto da Michele Arcangelo Lauletta e Ferdinando Capuozzo Il . Inserito in Il Palazzo

Palazzo San Giacomo Napoli

Riceviamo e pubblichiamo un articolo scritto da due compenenti della Consulta pubblica di audit sulle risorse e sul debito della Città di Napoli, Michele Arcangelo Lauletta e Ferdinando Capuozzo, con la speranza di aprire un dibattito su un argomento tanto delicato, quanto complesso ed essenziale per il futuro della città di Napoli.   La Redazione

Le agenzie di rating all’assalto dell’Africa

Scritto da Mario Lettieri e Paolo Raimondi Il . Inserito in Il Palazzo

africa 1

Avendo perso mordente e spazio operativo negli Usa e in Europa, le agenzie di rating si sono “buttate” contro i paesi emergenti, in particolare quelli dell’Africa. Non è necessario essere un genio di competenza e di capacità di analisi per immaginare le difficoltà economiche in un mondo devastato dalla pandemia del covid-19. Soprattutto nei paesi cosiddetti emergenti, da sempre suscettibili a ciò che accade nelle economie avanzate.

Dove il Covid 19 “non ha preso piede”

Scritto da Gabriele Crispo Il . Inserito in Il Palazzo

covid africa

Ecco i Paesi dove la pandemia non ha attecchito. Il Continente africano e l’Oceania registrano poche situazioni endemiche. “Come ci insegna l’Africa, dove è in corso un’endemia e non un’epidemia, con l’arrivo dell’Estate noi saremo abbastanza immunizzati " (Giulio Tarro, virologo). I Paesi che meglio hanno gestito la pandemia: Israele, Corea e Cina esempi virtuosi”.

Turismo: quali prospettive?

Scritto da Giovanni Oliviero Il . Inserito in Il Palazzo

turismo

Da qualche mese a questa parte, la minaccia invisibile del COVID- 19, sta modificando gran parte delle abitudini, delle tradizioni, dei costumi del mondo che abbiamo conosciuto. Possiamo dire che stiamo entrando, con un processo abbastanza violento, in un mondo nuovo.

Karlsruhe: è in gioco il futuro dell’Unione

Scritto da Mario Lettieri e Paolo Raimondi Il . Inserito in Il Palazzo

castello di karlsruher

Non è la prima volta nella storia della Germania che i più alti giudici tedeschi si trovano a dover prendere delle decisioni i cui effetti vanno ben oltre la mera valutazione giuridica. Negli anni Trenta, Carl Schmitt, l’allora giurista capo della Germania, purtroppo, scelleratamente giustificò l’adozione delle Notverordnungen, “le leggi di emergenza” che furono poi utilizzate per imporre la dittatura nazista.

Rapporto Istat Iss: in Campania meno decessi, ma non a Napoli. A Salerno, nonostante il Covid, - 7,7%

Scritto da Gabriele Crispo Il . Inserito in Il Palazzo

istat 1

L’Istat rivela che le morti in Italia sono aumentate del 39%. In controtendenza la Campania ma non Napoli: durante il picco i decessi in Campania sono diminuiti dell’1,9%. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità il Covid-19 è più letale negli uomini, ma il virus colpisce di più le donne (il 53% dei contagi).

Agenzie di rating, mercati e stabilità finanziaria

Scritto da Mario Lettieri e Paolo Raimondi Il . Inserito in Il Palazzo

ignazio visco

Il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco nel meeting di primavera del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale, tenutosi per via telematica, ha affermato che senza liquidità e sostegno alle imprese, alle famiglie e ai lavoratori, il mondo rischia un default di massa. Non solo l’Italia, quindi. E ha aggiunto che “poiché la crisi è globale, la risposta deve essere globale”. E' necessario, perciò, preservare la “funzionalità dei mercati finanziari e la stabilità del sistema finanziario”.

DI MATTEO CHIAMA GILETTI IN DIRETTA E IL GOVERNO TREMA. C’È CHI CHIEDE LE DIMISSIONI DI BONAFEDE

Scritto da Gabriele Crispo Il . Inserito in Il Palazzo

Nino Di Matteo

Nino Di Matteo parla della nomina, prima offerta e poi revocata, a Capo delle carceri. Tutta colpa delle telefonate che “sarebbero” arrivate a Bonafede. Il Movimento 5 Stelle difende Alfonso Bonafede, ministro della giustizia e “divorzia” da Di Matteo, ormai ex paladino. Il Pd chiede chiarimenti. Per Renzi semplici “scaramucce” tra giustizialisti. L’opposizione difende Di Matteo, perfino Berlusconi. Nino Di Matteo fu il pubblico ministero che riuscì a far condannare Marcello Dell’Utri.

I politici locali e il dramma del dopo virus

Scritto da Mariano D'Antonio Il . Inserito in Il Palazzo

165129729 2fa68c83 7358 4c83 9e99 533bc0696b63

Il presidente della Regione Campania De Luca e il sindaco di Napoli de Magistris hanno pronunciato nei giorni scorsi discorsi incredibili attribuendosi compiti e poteri impropri, tanto da suscitare sonore risate. De Luca ha minacciato di chiudere tutti gli accessi al territorio regionale, tutti, dalle strade alle ferrovie agli aeroporti, qualora si fossero verificati episodi di violazione delle regole di controllo della pandemia da corona virus, regole da lui fissate con ordinanze ultimative.

Pandemia, eurobond e futuro dell’Unione europea

Scritto da Mario Lettieri e Paolo Raimondi Il . Inserito in Il Palazzo

AdobeStock 335227274 EUROBONDS kV0G 1020x533IlSole24Ore Web

Chiamamoli eurobond, non covid-bond. Sono, del resto gli strumenti finanziari di lungo periodo più importanti e virtuosi che l’Unione europea dovrebbe responsabilmente mettere in campo, e non in modo occasionale, in dimensioni notevoli e appropriate per il rilancio e per uno sviluppo continuo e duraturo del suo sistema produttivo e industriale, ora, di fatto, in gran parte fermato dalla pandemia.