fbpx

Linea di Confine

Temi delicati, eticamente sensibili, trattati con attenzione.

Una linea di confine difficile da tracciare, ma doverosa da chiarire: eutanasia, testamento biologico e dintorni.

Martirologio o diffamazione?

Scritto da Manlio Converti Il . Inserito in Linea di Confine

manlio

Marco Levi Bianchini chiama Martirologio i casi di omicidio e suicidio avvenuti nei manicomi italiani dal 1901 al 1932. I suicidi erano stati 162, i tentati suicidi 31, gli omicidi 22, i tentati omicidi 2, i ferimenti gravi 19, quelli lievi 24.
I direttori feriti erano stati 4, 7 i vicedirettori e i medici feriti e 1 ucciso, 13 i sorveglianti feriti ed 1 ucciso. Le esperienze e i dati che vengono dalla psichiatria manicomiale dimostrano che nemmeno i regimi carcerari erano in grado di evitare la violenza e le sue conseguenze più tragiche.

"La signora delle stelle"

Scritto da Giulia Colaci Il . Inserito in Linea di Confine

Anche il Consiglio comunale di Napoli, nella seduta del primo luglio, ha ritenuto opportuno, ricordare Margherita Hack. È stata la Vice Presidente Elena Coccia a renderle omaggio, sottolineando così l’immenso valore della “signora delle stelle”. Margherita Hack nasce il 12 giugno del 22 in una famiglia di padre protestante e madre cattolica; dai genitori apprende valori che rimarranno ben saldi nella sua persona per tutta la vita, come l’avversione per il regime fascista e l’osservanza dell’alimentazione vegetariana, coerente con il sentito rispetto e amore per gli animali. Sposata con l’amico d’infanzia Aldo, ritrovato in gioventù, nel 45 si laurea con una tesi di astrofisica, la cui realizzazione avviene attraverso un intenso lavoro svolto presso l'Osservatorio astronomico di Arcetri.

Femmena...tu si na malafemmena!

Scritto da Giulia Colaci Il . Inserito in Linea di Confine

Nel mezzogiorno d’Italia c’è una terra soleggiata, musa di artisti e cornice d’amori. Un mandolino suona rintocchi armoniosi, un cuoco fantasioso onora la sua ghiotta creazione con un nome reale. Scugnizzi ridacchiano burlandosi del goffo pulcinella, mentre su uno scoglio poco distante, una sirena muore per amore. Campania mia, sei stata la culla di tanto orgoglio, con ardore ho difeso la tua storia di  poesia e tradizione, ma ora una brutta cicatrice corrode cotanta fierezza. 15 femminicidi solo nel 2012, hanno assegnato alla regione il triste primato nazionale; 9 di questi omicidi sono avvenuti a Napoli; seguono Milano e Torino che contano rispettivamente 8 e 7 vittime.