fbpx

Port'Alba

Dal nome dello storico mercato dei libri cittadino, uno sguardo sul teatro, la musica, la letteratura e tutto ciò che è cultura, rigorosamente "made in Napoli"

Gegh il topo e la fortuna di Sol Levante (Parte 4)

Scritto da Alessandra Mugnolo Il . Inserito in Port'Alba

favole per bambini castagne bellezza montagna natura 1

[…]Ma la notte era ancora fonda e Gegh aveva un viaggio da portare a destinazione così salutò il suo amico Andreas e si allontanò fra le rocce barcollando a causa di una gran mal di testa— Sarà stato tutto questo “sottosopra” — si convinse, e si incamminò verso i campi di grano della Terra dei Filigrana. Fu a Filigrana che Gegh vide Anastasia Lefràve intrecciare fili d’oro.

Gegh il topo e la fortuna di Sol Levante (Parte 3)

Scritto da Alessandra Mugnolo Il . Inserito in Port'Alba

favole per bambini castagne bellezza montagna natura 1

[…]Plaza della Discordia alle settordici del dì, molto prima dell’orario stabilito, era già animata dallo scalciare degli abitanti di Sottosopra che apparivano trepidanti, in equilibrio sulle mani e con i piedi in alto verso i pomodori in totale libertà, dinnanzi al palco su cui si sarebbe svolta la gara tra Andreas e Victor Il Massiccio.

Archivio storico banco di Napoli: il conto in banca della Napoli dell'era moderna

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Port'Alba

archivio

Al via le visite serali all’Archivio Storico del Banco di Napoli in occasione del ciclo di eventi “Storie di miserie e nobiltà”; sabato 12 marzo la memoria degli antichi banchi pubblici partenopei sarà a disposizione di turisti e cittadini. La storia della città e di coloro che vi abitarono o vi transitarono sarà sotto gli occhi di tutti, filtrata da fedi di credito e polizze.

La tribù umana sui muri di Jorit Agoch

Scritto da Roberto Calise Il . Inserito in Port'Alba

2016.02.18 - La tribu umana sui muri di Jorit Agoch

I napoletani ormai hanno imparato a riconoscerlo: la bimba rom su di un’intera facciata di un palazzo a Ponticelli, o il San Gennaro che sovrasta attoniti turisti e cittadini a via Duomo. O ancora, i volti di tanti personaggi noti e meno noti sui muri delle periferie. Tutti con gli stessi, inconfondibili segni sulle guance, perché tutti appartenenti ad un’unica tribù: quella umana, dipinta da Jorit Agoch.

Carnevale: tradizione cristiano-pagana made in Naples

Scritto da Enrico Mezza Il . Inserito in Port'Alba

Carnevale Mezza

In queste ore, Napoli riscopre le sue radici cristiano-pagane e si concede al Carnevale! Tradizionalmente, la festa in Campania prende il via dopo il 17 gennaio, giorno di Sant'Antonio Abate, protettore degli animali domestici e taumaturgo. Con il benestare del Santo, diversi carri sfilano per le vie delle città della nostra regione, ripercorrendo itinerari storici e filosofici. Quali siano è presto detto.

Il Palazzo Zevallos sulle note del Natale

Scritto da Enrico Mezza Il . Inserito in Port'Alba

thumbA8930-600x342
Le Gallerie del Palazzo Zevallos s’inseriscono oggi in un particolare progetto artistico, che prende il nome di “Gallerie d’Arte”. Quest’ultimo è una rete di poli museali facenti capo alla Fondazione Banca Intesa, cui sono riconducibili, oltre alla struttura napoletana, la galleria milanese di Piazza Scala e di quella vicentina del Palazzo Leone Montanari.

La Notte d’Arte al centro storico di Napoli

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Port'Alba

napoli notte d arte

Sabato 12 dicembre è stato il momento dell’arte e della cultura della pace - questi i temi del weekend a ridosso del ponte dell'Immacolata che ha fatto registrare presenze record - nel vasto territorio della 2^ Municipalità che copre tutto il centro storico di Napoli. La quarta Notte D’arte del centro storico, organizzata dalla II Municipalità del Comune di Napoli, è iniziata alle 17 di sabato pomeriggio, con aperti musei, ristoranti e chiese, servita da un potenziamento dei mezzi pubblici utilizzabili fino alle 3.

Putesse essere allera: la città di Napoli contro la violenza sulle donne

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Port'Alba

putess essere allera

Non sempre, non ovunque, può dirsi l’uguaglianza tra uomo e donna realizzata, né la violenza ormai eradicata; si può rivolgere lo sguardo lontano, alle bambine dell'India che quasi ogni giorno vengono stuprate e uccise, ma basta guardare in casa nostra, dove la violenza contro le donne è spesso nascosta in ambito domestico.