fbpx

Port'Alba

Dal nome dello storico mercato dei libri cittadino, uno sguardo sul teatro, la musica, la letteratura e tutto ciò che è cultura, rigorosamente "made in Napoli"

Campania segreta: il Castello di Lettere

Scritto da Luca Murolo Il . Inserito in Port'Alba

WhatsApp Image 2019 10 23 at 6.50.28 PM 4

La città di Lettere, che esiste sin dall’epoca imperiale, quando tutta la zona era il fiore all’occhiello della civiltà romana, è dominata dal suo castello, che ne è anche il simbolo. Costruito dagli Amalfitani, probabilmente sotto Masone I, per proteggere la Repubblica dagli attacchi provenienti dal golfo di Napoli, ha una posizione talmente dominante su tutta la valle del Sarno, da poterne controllare tutti i tipi di traffici, militari e commerciali. 

Campania segreta: Il castello di Matinale

Scritto da Luca Murolo Il . Inserito in Port'Alba

WhatsApp Image 2019 10 13 at 10.09.15 PM 1

Il Castello di Matinale sorge su di una collina sovrastante Cancello, frazione di San Felice a Cancello, in provincia di Caserta. Costruito nella prima metà del XIII secolo da Tommaso II d’Aquino, marito di Margherita di Svevia, figlia illegittima di Federico II di, fu eretto prima delle nozze, avvenute nel 1247, per controllare tutta la vallata di Suessola, che la sposa aveva ricevuto in dote.

Storia del nome di Bacoli, ipotesi tra mito e leggenda

Scritto da Maddalena Maria Sorbino Il . Inserito in Port'Alba

antico stemmma di bacoli

La storia di Bacoli, comune campano situato a 23 km a sud della città metropolitana di Napoli, si avvolge di mito e leggenda e così anche la storia del suo nome. La città è sempre stata meta molto ambita, tant’è che in età augustea (anche se la sua fama risale a molto tempo prima) la città fu eletta come avamposto militare, amministrativo e capitale elettiva della politica, della cultura e della mondanità, insieme alla vicina Baiae.

I vestiti dell'Alta Società napoletana negli anni '50 del XIX Secolo (prima parte)

Scritto da Antonio Capotosto Il . Inserito in Port'Alba

Come vestiva 1

Nonostante gli epigrammi e le caricature, la crinolina regnò sovrana sul costume dell'alta società napoletana negli anni cinquanta del XIX secolo. I giornalisti, i poeti dialettali, i comici non la lasciavano in pace; ma essa trionfò dei suoi oppositori. Le evoluzioni della moda erano allora più lente, e solo le signore di ricco casato le seguivano nei loro capricci.

La leggenda del Lacryma Christi

Scritto da Maddalena Maria Sorbino Il . Inserito in Port'Alba

Bacco e il Vesuvio visitatore

Il Vesuvio Lacryma Christi è un ottimo vino campano prodotto con le uve coltivate alle pendici del Vesuvio, vulcano che da secoli è il fulcro sia geografico sia delle produzioni, delle arti e della civiltà di tutti gli agglomerati urbani che si sono succeduti (anche se spesso per mano dello stesso sono scomparse intere comunità).

San Gennaro, la storia e il miracolo

Scritto da Maddalena Maria Sorbino Il . Inserito in Port'Alba

san gennaro 20x20cm 155561

Gennaro è tra i santi più venerati dai fedeli napoletani, il suo nome proviene dal latino “Ianuarius” derivato da “Ianus” (Giano), il dio bifronte delle chiavi del cielo, dell’inizio dell’anno e del passaggio delle porte e delle case. Egli nacque a Napoli nella seconda metà del III secolo e fu eletto vescovo di Benevento.

Campania segreta: Monteverde

Scritto da Luca Murolo Il . Inserito in Port'Alba

20190907 172658

Il borgo di Monteverde, situato su di un’altura formata da tre colli, si trova ai confini della Campania con Puglia e Basilicata. Circondato dalla foresta Mezzana, affaccia sulla valle dell’Ofanto. Oltre a far parte del prestigioso novero dei “Borghi più belli d’Italia”, gode di un’altra eccellenza, cioè di essere il “borgo più accessibile d’Italia”, in quanto sono state eliminate tutte le barriere architettoniche, ed è visitabile, in tutta la sua estensione, da portatori di handicap, anche in carrozzella.

E Garibaldi entrò a Napoli (prima parte)

Scritto da Antonio Capotosto Il . Inserito in Port'Alba

WhatsApp Image 2019 09 19 at 2.44.40 PM

Giuseppe Garibaldi entrò a Napoli nel primo pomeriggio del 7 settembre 1860, dopo la trionfale avanzata che lo aveva visto risalire rapidamente, una volta attraversato lo stretto di Messina, le provincie continentali del Regno borbonico, senza incontrare quasi resistenza.

A Bagnoli il BACK to the STYLE | international graffiti jam

Scritto da La Redazione Il . Inserito in Port'Alba

BACK to the STYLE Cupa Starza by NEDO

A Napoli ritorna il festival metropolitano del quartiere Bagnoli dedicato ai linguaggi di strada e alla cultura hip hop. In arrivo nel golfo graffitisti provenienti da USA, Belgio, Spagna, Danimarca, Germania, Svizzera, Francia. Sul palco, le rime adrenaliniche di Shaone, Oyoshe, PeppOh, i beat inarrestabili di Speaker Cenzou e Dj Uncino

Storia del Brigantaggio (prima parte)

Scritto da Antonio Capotosto Il . Inserito in Port'Alba

Brigantaggio

Il brigantaggio, fenomeno antico, si rivelò particolarmente grave nella storia del mondo romano, in tardo periodo repubblicano e durante l'impero. Durante il medioevo venne praticato soprattutto dalle milizie feudali, durante le guerre e nei periodi di tregua, particolarmente nel momento di transizione caratterizzato dal decadere del sistema feudale, ormai impoverito, e dal sorgere della ricca borghesia.

Conosci la Solfatara di Pozzuoli?

Scritto da Antonio Capotosto Il . Inserito in Port'Alba

Solfatara

Cratere di forma ellittica -l'asse maggiore è di 770 metri, l'altro di 580- si trova vicinissimo alla città di Pozzuoli, situata sul promontorio che si protende nel golfo omonimo. Si tratta del cratere di un vulcano attivo ('Forum Vulcani' lo chiamavano gli antichi romani) ma allo stato quiescente; i fenomeni che presenta sono quelli tipici dell'attività post-vulcanica.

Rivive la tradizione classica napoletana con la rassegna “Estate al cortile”

Scritto da Vitaliano Corbi Il . Inserito in Port'Alba

download

Il Cortile della Real casa Santa dell’Annunziata di Napoli sarà invaso da giovedì 8 agosto a domenica 18 agosto da serate musicali e spettacoli teatrali gratuiti al centro della rassegna “Estate al Cortile”, realizzata dall’Associazione il Canto di Virgilio e promossa dall’assessorato alla cultura e al turismo del comune nell’ambito del programma dell’Estate a Napoli 2019.

Ferragosto tra storia, tradizione e leggenda

Scritto da La Redazione Il . Inserito in Port'Alba

FERRAGOSTO 2

Il termine Ferragosto deriva dalla locuzione latina Feriae Augusti (riposo di Augusto) indicante una festività istituita dall'imperatore Augusto nel 18 a.C. che si aggiungeva alle già esistenti festività cadenti nello stesso mese, come i Vinalia rustica, i Nemoralia o i Consualia.