fbpx

Vac 'e Press

Napoli e non solo nell'immediatezza della notizia.

Riflessioni a 360° su quel che succede dentro e fuori i confini nazionali.

Rischi finanziari peggiori del 2007?

Scritto da Mario Lettieri e Paolo Raimondi Il . Inserito in Vac 'e Press

White s-2007

«Il sistema finanziario globale è diventato pericolosamente instabile ed è di fronte ad una valanga di bancarotte che metterà alla prova la stabilità sociale e politica». Queste sono le autorevoli parole di William White che è presidente dell’Economic Development and Review Committe dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OECD). Già economista capo della Banca dei Regolamenti Internazionali, egli da tempo sottolinea le sue preoccupazioni in interviste e dichiarazioni pubbliche. Recentemente lo ha fatto in relazione al Forum Economico Mondiale di Davos.

Forti dubbi sulle politiche della Fed e delle banche centrali

Scritto da Mario Lettieri e Paolo Raimondi Il . Inserito in Vac 'e Press

Forti-dubbi-sulle-politiche-della-Fed-e-delle-banche-centrali

Emerge sempre più chiaramente che, per far fronte agli effetti della grande crisi finanziaria globale, il metodo e le politiche della Federal Reserve e delle altre banche centrali non funzionano. Adesso anche gli economisti della Banca dei Regolamenti Internazionali di Basilea, che coordina tutte le banche centrali, lo affermano.

Il melograno nella cultura napoletana

Scritto da Lidia Crimaldi Il . Inserito in Vac 'e Press

melograno

Vi siete mai chiesti perché nei giardini napoletani vi sono sempre alberi di melograno? Un'antica leggenda ellenica racconta che Dioniso, figlio di Zeus, uscito dalla coscia del padre, che ne costituiva il rifugio, venne catturato dai Titani, i quali, su suggerimento di Era, gelosissima moglie del Re dell'Olimpo, lo uccisero facendolo a pezzi. I suoi resti furono messi a bollire in un paiolo e dalle stille del sangue del Dio del Vino nacque un albero di melograno.

Inserto droghe: Cannabis

Scritto da Alessandra Mugnolo Il . Inserito in Vac 'e Press

6638 dutch-cannabis-20120501-b-aap

I DATI DELLA REGIONE CAMPANIA
-totale consumatori in CAMPANIA: 168259
-percentuale uso occasionale : 51,8%
-percentuale uso periodico : 37,9 %
-percentuale uso quotidiano: 11,2%
I dati sono stati ricavati dai Centri di Tossicologia del nostro territorio.
I dati sono da considerare fortemente al rialzo in quanto non tutti quelli che fanno uso di cannabis sono censiti.

Inserto droghe: Cocaina

Scritto da Alessandra Mugnolo Il . Inserito in Vac 'e Press

droga-party

I DATI DELLA REGIONE CAMPANIA
-totale consumatori in CAMPANIA: 66094
-percentuale uso occasionale : 33,15%
-percentuale uso periodico : 43,0 %
-percentuale uso quotidiano: 23,9%
I dati sono stati ricavati dai Centri di Tossicologia del nostro territorio.
Commento: Notare quanto sia alto poi l'uso periodico per chi ne fa anche uso occasionale. I dati sono da considerarsi al rialzo : non tutti i cocainomani sono censiti.

2016: nuovi rischi finanziari globali

Scritto da Mario Lettieri e Paolo Raimondi Il . Inserito in Vac 'e Press

outlook 2016 marco tosoni indici europei petrolio oro euro dollaro qe bce mario draghi politica monetaria forex

La Federal Reserve, come previsto, ha chiuso il 2015 con un aumento del tasso di interesse dello 0,25%. Evidentemente si intenderebbe dare il messaggio di fine della crisi negli Stati Uniti. C’è da augurarselo per la ripresa globale. Non vorremmo però che ci si debba ricredere.

Animali a rischio a Capodanno: il Comune di Napoli non fa ordinanze ma lancia un appello a non sparare botti

Scritto da Fabio Di Nunno Il . Inserito in Vac 'e Press

fuochi

A seguito dell’appello di Enpa, Lav e Lipu, ed altre importanti associazioni animaliste italiane, alcuni comuni hanno emanato delle ordinaze per vietare o limitare l’utilizzo dei botti di Capodanno. Ma vietare non basta: poi bisogna controllare e sanzionare. Infatti, animali domestici o che vivono in libertà nelle nostre città, cani, gatti, volatili, ecc., possono subire dei veri e propri traumi a causa dei rumori dei botti e qualcuno persino morire.