fbpx

Il Pallonetto

Il nome di un quartiere, che è anche il nome di un gesto tecnico: tutti gli sport dell’area napoletana, con un occhio di riguardo al calcio, per molti la prima vera passione della vita.

Trent'anni dal primo scudetto. Countdown Maggio '17 a partire da Francesco Romano: un'impresa da mediano

Scritto da Mariano Paolozzi Il . Inserito in Il Pallonetto

scudetto

Il numero 10, per chi vive di aria e pallone, ha un valore simbolico indefinibile. Rappresenta il genio, la fantasia, l’essenza stessa del calcio. Compiuti i cinque anni, non si smette mai più di litigare per l’assegnazione della maglia numero 10. A Napoli questo numero assume triplice valore, s’impregna di significato, l’importanza travalica i confini sportivi. Dieci era ed è il numero di Diego Armando Maradona, dieci era il numero di na sera ‘e maggio del 1987, data dello storico primo scudetto del Napoli.

Acerra ospiterà una tappa del torneo di calcio a 5 Neymar Jr’s Five

Scritto da Fabio Di Nunno Il . Inserito in Il Pallonetto

five

La seconda edizione del Neymar Jr’s Five, il più grande torneo al mondo di calcio 5 contro cinque, aperto a squadre da 5 a 7 membri di età compresa tra i 16 e i 25 anni, fa tappa ad Acerra, il prossimo 30 aprile, per una delle otto tappe nazionali previste. In particolare, nel 2017, si svolgono le qualificazioni regionali in 53 paesi del mondo e 6 continenti.

Doppia grande sfida al San Paolo: dalla rivalità storica al ritorno del "figliol prodigo"

Scritto da Simone Santacroce Il . Inserito in Il Pallonetto

higua

Uno scherzo del destino o qualcosa di molto simile. Solo cosi si spiega come sia possibile che Napoli-Juventus si giochi per due volte consecutive al San Paolo nell'arco di 72 ore. La prima sfida di Domenica dirà molto sul prosieguo del campionato sia degli azzurri che dei bianconeri, con i primi in piena lotta per il secondo posto e i secondi alle prese con la solita fuga scudetto.

Salvate il soldato Insigne: quando ad essere strumentalizzata è la "napoletanitá"

Scritto da Simone Santacroce Il . Inserito in Il Pallonetto

insigne soldato

È la stagione della consacrazione, su questo non ci sono dubbi. A 9 giornate dalla fine del campionato Insigne ha già eguagliato il proprio record di gol (12) in Serie A e migliorato quello degli assist. Lo scugnizzo napoletano, come si sperava, è diventato finalmente un vero leader all'interno del gruppo azzurro.

È un Napoli in piena corsa per la Champions. Peccato che non si sia in Premier League.

Scritto da Simone Santacroce Il . Inserito in Il Pallonetto

tifosi san paolo

È una Serie A più anomala del solito quest'anno. I discorsi per lo scudetto e per la salvezza sembrano ormai chiusi da un po' di tempo e, a rimanere in bilico, sono solo le posizioni per i piazzamenti europei. Una 'bagarre' incredibile quella che coinvolge le squadre dal secondo al settimo posto (Roma, Napoli, Lazio, Inter, Atalanta e Milan) che sono racchiuse tutte in "appena" 12 punti. Adesso, senza alcun vittimismo o piagnisteo (come direbbe qualcuno), pongo un interrogativo.

Le ragioni di un masaniello

Scritto da Andrea Amiranda Il . Inserito in Il Pallonetto

quagliarella stalking

"Core 'ngrato" l'hanno chiamato i tifosi del Napoli, almeno nella migliore delle ipotesi. Già, perché la cessione di Fabio Quagliarella alla Juve, avvenuta nel 2010 dopo un solo anno a Napoli, è stata avvertita dal popolo partenopeo come un tradimento, un po' come la donna che il giorno prima ti dichiara amore eterno ed il giorno dopo ti molla per il rivale di sempre. Ma l'amore, quello vero, a volte è fatto anche di sacrificio e gesti sofferti.

Il Napoli fa harakiri ed esce sconfitto dallo Stadium, ma il calcio è un'altra cosa...

Scritto da Simone Santacroce Il . Inserito in Il Pallonetto

juve napoli albiol

Momento difficile, difficilissimo per il Napoli. Dopo nemmeno tre giorni dalla dolorosa sconfitta interna in campionato contro l'Atalanta di Gasperini, gli azzurri cadono 3-1 in casa della Juventus nell'andata della semifinale di Coppa Italia. Un 'tour de force' che inizia dunque nel peggiore dei modi e che terminerà con le ravvicinate sfide a Roma e Real Madrid.

Lo sport e la politica: una lezione da Sarri

Scritto da Francesco Donato Perillo Il . Inserito in Il Pallonetto

sarri

Un allenatore venuto dalla gavetta che impone il suo modello di gioco, non si adegua ai gusti e ai desideri né dei tifosi né del presidente, è indifferente ai successi come alle sconfitte, guida gli uomini della sua squadra seguendo una rotta che parte da lontano e vede lontano. Un modello di leadership in tuta e scarpette cui non siamo abituati.

Real Madrid - Napoli: Un discorso ancora aperto

Scritto da Francesco Pastore Il . Inserito in Il Pallonetto

napoli

Il Real ha giocato un’ottima partita contro il Napoli. Ben disposto in campo, con le idee chiare: pressing altissimo, su ogni palla, per impedirci di tessere la nostra ragnatela di gioco e mantenere il possesso palla. Sapevano bene che la nostra migliore difesa sono il possesso palla e l’attacco e che, invece, se siamo attaccati non è impossibile farci goal. Il Real ha bloccato bene le fonti del gioco del Napoli e ha sfoderato alcuni colpi da maestro. Il goal di Casemiro in particolare è stato incredibile, imparabile, raro per lo stesso giocatore.

Dal sogno alla realtà : Il Real vince 3-1 ma è vietato mollare

Scritto da Simone Santacroce Il . Inserito in Il Pallonetto

benzema.real.madrid.koulibaly

Alzi la mano chi qualche anno fa avrebbe scommesso su un gol del Napoli al Bernabèu. Si faccia avanti chi immaginava che gli azzurri potessero giocarsela a viso aperto con i "blancos" del Real Madrid. Eppure ieri sera è accaduto. Il risultato finale non è certo dei migliori, ma potremo dire un giorno che nonostante il dislivello tecnico, a tratti ancora evidente, il Napoli se l'è giocata senza troppi timori reverenziali.

Dal Dall'Ara al Bernabeu: avanti con umiltà ma senza paura

Scritto da Simone Santacroce Il . Inserito in Il Pallonetto

hamsik capitano

Dopo la partita con il Palermo le critiche a questo Napoli si sprecavano e in molti dubitavano della tenuta mentale di questa squadra. Ci si aspettava pertanto una risposta già dalla trasferta del Dall'Ara con il Bologna ed una risposta è prontamente arrivata. Infatti, oltre al risultato (1-7 e vittoria esterna più larga della storia azzurra), il segnale più importante è arrivato dall'atteggiamento dei partenopei che con una prestazione 'monstre' hanno riacceso l'entusiasmo dei tifosi.

Sbagliando si impara: un "mezzo stop" che serve per il futuro

Scritto da Simone Santacroce Il . Inserito in Il Pallonetto

napoli palermo mertens

Al fischio finale Domenica scorsa un misto tra delusione e incredulità ha attanagliato le menti dei 40mila presenti al San Paolo. Il Napoli, che poteva e doveva approfittare del passo falso della Roma, non è invece andato oltre l'uno a uno contro il derelitto Palermo. Eppure mister Sarri aveva messo in guardia tutti dicendo di non sottovalutare il match, ma nulla. Ennesima occasione persa e tutto da rifare.