fbpx

“BASSI. Giovanni Robustelli disegna Domenico Rea”, esposizione visitabile nel Convento di San Domenico Maggiore

Scritto da Felicia Trinchese Il .

BASSI. Giovanni Robustelli disegna Domenico Rea

A partire dallo scorso giovedì 17, il refettorio del Convento di San Domenico Maggiore ospita la mostra “BASSI – Giovanni Robustelli disegna Domenico Rea”. L’esposizione, visitabile gratuitamente fino al prossimo 6 novembre, nasce da un progetto durato un intero anno che ha visto come protagonisti gli studenti di quattro scuole superiori napoletane insieme all’artista siciliano Giovanni Robustelli.

Patrimoni Mediterranei e cittadinanza: distruzione – ricostruzione, conservazione delle memorie e partecipazione cittadina

Scritto da Rita Felerico Il .

peripli 1

Nei decennali dell’Associazione Peripli – Culture Società Euromediterranee “ e della “ Assemblea dei Cittadini del Mediterraneosi è svolto a Napoli il 4 e 5 ottobre nella Sala del Capitolo presso il complesso monumentale di San Domenico Maggiore un convegno internazionale che ha visto la partecipazione di autorità e studiosi italiani e stranieri provenienti da tutto il bacino del Mediterraneo: Algeri |Il Cairo|Larissa|Marsiglia|Nablus|Nizza|Parigi| Rabat |Sarajevo|Siria|Tirana| Tunisi|Valencia. Il convegno è la tappa finale di un lungo lavoro coltivato negli anni, nei quali il confronto con le diverse realtà sociali /lavorative cittadine è alla base di un dialogo senza pregiudizi, che vede in prospettiva la possibilità di un futuro meno conflittuale, più umano e ricco.

“Mare Nostrum”: è Napoli la prima tappa del tour itinerante

Scritto da Felicia Trinchese Il .

Mare Nostrum

Lo scorso 5 ottobre si è tenuta a Castel dell’Ovo di Napoli l’inaugurazione dell’esposizione “Mare Nostrum”, mostra internazionale di arte contemporanea promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, dall’Associazione Culturale “Arteuropa” di Avellino presieduta da Enzo Angiuoni, con la collaborazione dell’artista Luciana Mascia, vicepresidente UCAI sez. di Napoli.

Campania segreta: Il castello di Matinale

Scritto da Luca Murolo Il .

WhatsApp Image 2019 10 13 at 10.09.15 PM 1

Il Castello di Matinale sorge su di una collina sovrastante Cancello, frazione di San Felice a Cancello, in provincia di Caserta. Costruito nella prima metà del XIII secolo da Tommaso II d’Aquino, marito di Margherita di Svevia, figlia illegittima di Federico II di, fu eretto prima delle nozze, avvenute nel 1247, per controllare tutta la vallata di Suessola, che la sposa aveva ricevuto in dote.

Storia del nome di Bacoli, ipotesi tra mito e leggenda

Scritto da Maddalena Maria Sorbino Il .

antico stemmma di bacoli

La storia di Bacoli, comune campano situato a 23 km a sud della città metropolitana di Napoli, si avvolge di mito e leggenda e così anche la storia del suo nome. La città è sempre stata meta molto ambita, tant’è che in età augustea (anche se la sua fama risale a molto tempo prima) la città fu eletta come avamposto militare, amministrativo e capitale elettiva della politica, della cultura e della mondanità, insieme alla vicina Baiae.

Dalla Sanità a Gomorra al Red Carpet di Venezia 2019: “Il Sindaco” di Eduardo De Filippo riveduto da Mario Martone.

Scritto da Francesco Verdosci Il .

il sindaco del rione sanità protagonisti 1

Incisiva, vibrante, emozionante, uno sferzante colpo allo stomaco ed all’anima come oramai sempre più raramente accade nel panorama del cinema italiano contemporaneo. Questo è in sintesi “Il Sindaco del Rione Sanità” di Eduardo De Filippo riveduto nella versione, prima teatrale e poi quest’anno anche cinematografica, realizzata da un grandissimo Mario Martone, regista partenopeo in stato di grazia, ed applauditissima all’appena trascorsa Mostra del Cinema di Venezia 2019.