fbpx

Uno stadio all’ultimo stadio

Scritto da Giuseppe Pedersoli Il . Inserito in Il Pallonetto

 de-laurentiis

Gentilissimo presidente Aurelio de Laurentiis, sono troppi i soloni che hanno pontificato sulla questione dello stadio, sulla querelle tra lei e il sindaco Luigi de Magistris. Preferisco scriverle una lettera aperta, da umile tifoso.

Spero che qualcuno gliela segnali. Lasciamo perdere le leggi e i regolamenti comunali. Parliamo di business, che con lei funziona meglio. Perché non si decide e “fa” uno stadio nuovo? Ce lo meritiamo noi tifosi, se lo merita la squadra, se lo merita la società. Ho detto “fa” nel senso che anche il San Paolo, con adeguati investimenti, potrebbe andar bene. Ricorda l’aeroporto di Capodichino, qualche anno fa? Uno schifo, una vergogna, un “cesso”, direbbe lei. Con investitori coraggiosi, oggi è una bomboniera. Negozi nuovi, scale mobili, restyling totale. Ma se ne costruisse uno nuovo, di stadio, sarebbe meglio. Uno stadio di sua (della società) esclusiva proprietà, potrebbe farci quello che vuole e farci entrare chi vuole (e negare l’accesso a chi vuole per concerti e quant’altro). I soldi per lei non sono un problema, su, forza, siamo onesti. Pure se non ce li ha, le banche a lei li prestano, i quattrini. E noi napoletani glieli faremmo recuperare presto. Questo è il business. I napoletani, anche quelli senza un euro, sono generosi su tre cose: il pesce la domenica (ho visto spendere decine e decine di euro per spigole, vongole e aragoste senza un tremito di sopracciglio), i fuochi d’artificio a capodanno (purtroppo) e per il Napoli (calcio). Magari non vanno a teatro ma i tifosi sono pronti a spendere 100 euro per una semifinale di Europa League. Pensi che io, povero fesso, avevo comprato il biglietto per me e mio figlio per la finale di Europa League. Avevo acquistato anche i voli aerei e prenotato l’albergo. Poi, è andata come è andata. Li spenda questi soldi, mi stia a sentire. Il mattone è sempre il mattone, il miglior investimento, diceva la nonna. Il San Paolo è all’ultimo stadio. Non posso chiederle, alla Nanni Moretti: “Fai qualcosa di sinistra”. Le dico invece: “Faccia qualcosa da presidente, da tifoso, da imprenditore vero. Dia al Napoli lo stadio che merita”.
Forza Napoli, sempre.

 

{youtube}yWYdhE8rhnU{/youtube}