fbpx

Perchè voto Si il 4 Dicembre

Scritto da Mario Fiore Il . Inserito in Il Palazzo

perdavveroSI

Voto Sì il 4 Dicembre perché questa riforma è un coronamento positivo di una mia battaglia, una battaglia che conduco da oltre 25 anni e mi portò ad elaborare un documento che pubblicai nel 2006.

Esso era rivolto "A Tutti i cittadini" ed aveva questa premessa: "Com'è possibile in un mondo cambiato dalla globalizzazione, con una crisi sempre più celere dell'ambiente, le guerre, il terrorismo, la mancanza di lavoro e un territorio italiano devastato, con gran parte delle competenze dello stato italiano, che dipendono dall'Europa e noi abbiamo ancora le nostre istituzioni politiche cosi elefantiache, piene di doppioni ed altamente costose. Abbiamo 12 livelli istituzionali politici, più i tre dell'EUROPA. Tutto questo pasticcio si dovrebbe semplificare, razionalizzare, creare una struttura più snella, veloce, responsabile e trasparente. Le vere e urgenti riforme sono due: La prima è quella dell'informazione e tutti i conflitti d'interessi (art.21), vera metastasi per l'Italia. La seconda è quella istituzionale con una drastica riduzione dei livelli istituzionali e organizzare bene le competenze . Poi riconoscimento giuridico dei partiti e sindacati (art.49)".

Questa riforma che voteremo il 4 Dicembre 2016 si avvicina alla mia, a tutti i tentativi falliti e per la prima volta nella nostra storia, inverte decisamente il verso della crescita del magna magna, riduce i livelli istituzionali (art.114 elimina le provincie) riduce il numero dei politici (art.57.1) costo della politica (art.122.1); elimina il CNEL (art.99 abrogato); aumenta il controllo verso le amministrazioni pubbliche con inserimento della trasparenza (art.97.2), aumenta la responsabilità, la trasparenza, efficienza e semplificazione di chi amministra (art.118.2). Ma quello che più mi convince è l'art.70, che elimina il ‘doppione’, un vero mostro con due teste di eletti diversi per età e un corpo elettorale con due gambe differenti per numero di cittadini votanti, al Senato meno 4 milioni di elettori. Questo mostro giuridico del doppione, ad ogni finanziaria, divora il debito pubblico da 50 anni, ed è unico al mondo. Ecco perché, per votare "SI" con maggiore convinzione, devi prima conoscere bene il disastro economico, culturale e etico del PASTICCIO DI QUESTA SECONDA PARTE DELLA COSTITUZIONE DEL1948, NATA CON IL PECCATO ORIGINALE DEL DOPPIONE E CAMBIATA PER BEN 15 VOLTE, QUASI SEMPRE IN PEGGIO. ECCO PERCHÉ IL MIO È UN DOPPIO "SI" "SI".