Bloccati gli esami alla motorizzazione di Napoli

Scritto da Anna Laura Zamprotta Il . Inserito in Succede a Napoli

esami bloccati

Da tre settimane ad oggi la Motorizzazione Civile di Napoli versa nel caos più totale. Tutto ciò è stato causato da una modifica al sistema informatico che sarebbe dovuta servire a snellire la procedura di identificazione, tramite codice fiscale, per svolgere il Test Ministeriale rendendolo più serio ed affidabile.

I vertici della Motorizzazione Civile Nazionale avevano così messo in prova il nuovo modello di Test nell’area di Napoli dove però non c’è stato alcun esito positivo.
I quiz si bloccavano, non venivano lanciati oppure le schede si annullavano. Un disastro. Senza contare che tutto ciò si è ripercosso gravemente su tutti coloro che dovevano sostenere l’esame e sulle autoscuole. In numerosi sono rimasti giornate intere ad aspettare di poter fare il Test ma inutilmente dato che il sistema installato non funziona. Il malcontento generale è stato provocato anche dal fatto che in una situazione così caotica nessuno paga i danni che sempre più pesano su chi aspetta di poter sostenere la prova.

La direzione generale della motorizzazione Civile Nazionale ha dichiarato che preferisce procedere a scartamento ridotto. Ciò che invece chiede Pino Russo, Coordinatore Regionale della CONFARCA (Confederazione autoscuole riunite e consulenti automobilistici) è di poter tornare allo status precedente bloccando questa sperimentazione che inoltre è stata inserita in un periodo, quello del mese di ottobre, caratterizzato da una continua richiesta di partecipazione alle prove d’esame.

Banner AIRC

Iscriviti alla nostra NewsLetter e risparmia subito 5€ sul prossimo acquisto