Nel weekend archiviato il primo torneo di master internazionale di Basket a Pozzuoli

Scritto da Andrea Esposito Il . Inserito in Il Pallonetto

ESPOSITO2

I Napoli Charlatans al centro di questa grande organizzazione. Ospiti della kermesse sono stati i Galway Globetrotters (Irlanda) e i Patavanka Kaunas (Lituania).

Sabato nella splendida cornice dell’anfiteatro Flavio di Pozzuoli e poi sul parquet del PalaErrico è andato in scena il primo torneo internazionale di basket master in terra campana. La prima partita tra Over50 ha visto contrapposti i padroni di casa, i Charlatans Napoli, ai Galway Golbetrotters di James Halney. Poi spazio agli Over40 e ai lituani del Patavanka Kaunas (che hanno schierato due medaglie di bronzo alle olimpiadi di Barcellona’92 e Atlanta’96 e un argento agli europei di Grecia’95) che hanno dato vita ad una emozionante partita contro la compagine di pari età dei Charlatans. Una mattinata di basket di altissimo livello, ma soprattutto una mattinata a scopo benefico. Alla base dell’evento c’è stata una raccolta fondi per il Napoli Baskin Asd, realtà che si occupa di una nuova disciplina sportiva, il baskin appunto, capace di sviluppare integrazione tra persone normodotate e portatori di handicap attraverso una semplificazione delle regole del basket che consente a tutti di giocare e divertirsi.

Raggiunto dalla nostra redazione Giancarlo Garraffa, esponente dei Charlatans ha rilasciato le seguenti dichiarazioni. “Sabato è stata una giornata speciale per tutti noi Charlatans. Secondo noi tutto quello che viene realizzato da gruppi master come il nostro deve porsi sempre un fine sociale come avviene per altre manifestazioni in giro per l’Europa e nei tornei all’estero dove abbiamo preso parte. Per una scelta precisa il torneo non ha previsto una finale, quindi nessun vincitore e nessun vinto. Non ci sono state medaglie ma solo una t-shirt commemorativa. Voglio ringraziare di cuore il sindaco di Pozzuoli Figliola che ha patrocinato l’evento e ha consentito la presentazione delle squadre con lo sfondo dell’anfiteatro Flavio, luogo suggestivo che ha lasciato tutti gli ospiti senza fiato. Un ringraziamento va anche alla Virtus Pozzuoli di Fulvio Palumbo e Mauro Serpico che ci ha supportato nella logistica e nel materiale tecnico. Ultimo ringraziamento voglio farlo ai nostri amici Irlandesi che hanno donato una cospicua cifra per il nostro progetto “Un Canestro per Amico””.

Banner AIRC