fbpx

Il Palazzo

Dai palazzi del potere di Napoli a quelli di Roma.

Le più delicate questioni istituzionali esaminate da specialisti del settore.

Occhetto, Renzi e la Bolognina

Scritto da Berardo Impegno Il . Inserito in Il Palazzo

renzi-cambiamo-
Tutti hanno ricordato e hanno reso omaggio alla memoria di Enrico Berlinguer. Un grande italiano. Pochi, pochissimi hanno ricordato il 25ennale della Bolognina, eppure senza Achielle Occhetto probabilmente, ci sarebbe ancora un partito chiamato PCI e di sicuro sarebbe ridotto ai minimi termini. Una damnatio memoriae che, purtroppo, l'allora segretario generale del PCI si è in seguito meritata per le sconsiderata scorribande nei partiti alla Sinistra dei DS. Purtroppo non si è mai ripreso della "sindrome d'Alema" e questo gli è costato caro.

Turismo: una risorsa sprecata

Scritto da Leonardo Impegno Il . Inserito in Il Palazzo

regione campania 160414

Lunedì scorso sono stato invitato a partecipare ad un tavolo sul turismo in Campania e credo che le problematiche del settore si possano provare a sintetizzare in due macro aree: la (in)certezza delle norme e la mancanza di politiche di sistema che coinvolgano lo Stato e le imprese del settore.

Il congresso della “Felicità”

Scritto da Simone D'Andrea Il . Inserito in Il Palazzo

congresso gd

In questi giorni d’inizio Dicembre, i circoli dei Giovani Democratici dell'Area Metropolitana di Napoli sono impegnati nei Congressi di Circolo per eleggere i delegati che parteciperanno poi al primo Congresso Metropolitano. Un Congresso a cui si arriva in maniera anticipata, dopo le dimissioni improvvise ma, al tempo stesso, ragionate da parte del segretario Marco Sarracino, ora ricandidato alla guida della Giovanile.

Viviamo tempi bui

Scritto da Berardo Impegno Il . Inserito in Il Palazzo

nebbia

Non in Italia, per fortuna, bensì nelle realtà locali. Comprendo le ragioni dell’ottimismo di Renzi dopo i risultati della Calabria e dell’Emilia. Valorizzare le vittorie del Pd fa bene alla salute. E rilancia il progetto riformista, che ha bisogno di consenso (non dimentichiamo che in Italia i riformisti sono sempre stati in minoranza, a sinistra, a destra e al centro). Del resto l’ottimismo, come disse D’Alema, è la malattia professionale dei politici. E comunque il piglio futurista non può mascherare le difficoltà che ci sono.

Quando l'economia diventa patologia

Scritto da Angela Pascale Il . Inserito in Il Palazzo

medicina e economia

Medicina ed Economia. Due parole che apparentemente, all'occhio poco attento e "profano", hanno ben poco di comune tra loro, eppure è stato proprio questo il titolo del V convegno Di Medicina e Società organizzato, nella ancora calda mattinata del 29 Novembre, nella suggestiva cornice dell'Antisala dei Baroni del Maschio Angioino nel cuore pulsante e chiassoso di Napoli.

Dall'uninominale all'uninominato

Scritto da Riccardo Barone e Donato Lettieri Il . Inserito in Il Palazzo

vicinanza allelettorato

Ad un certo punto bisogna smettere di tifare e dire anche ciò che non ci piace, l’Italicum 2.0 non ci piace! Ci piace l’idea che un qualcuno debba vincere le elezioni, non solo perché questo avviene nel resto del mondo, ma perché 28 governi della Repubblica Italiana sono durati meno del Governo Renzi (che ha meno di un anno) e i risultati della debolezza politica sono davanti ai nostri occhi.

Napoli, pagelle Pedersoli: "E noi je dimo e noi je famo. Noi azzurri!"

Scritto da Giuseppe Pedersoli Il . Inserito in Il Palazzo

roma-napoli-2-0-de-rossi-callejon

E noi je dimo e noi je famo. Noi azzurri, però. La Roma esce clamorosamente ridimensionata dal San Paolo, sconfitta per 2 a 0 ma il Napoli poteva farne almeno altri quattro pulitissimi. E se vengono a dirvi che quella non era la Roma, ricordate che, come dice qualcuno, in campo c'è sempre l'avversario. Il miglior Napoli della stagione, secondo i noti commentatori di Rai, Mediaset, Sky e Premium (ma non solo) potrebbe a breve rientrare nella lotta per lo scudetto. E' difficile individuare il migliore in campo.

Eliminazione dell'IRAP, step n°1 per la ripresa

Scritto da Giuseppe Pedersoli Il . Inserito in Il Palazzo

matteo renzi

Matteo Renzi sull’ottovolante dell’Irap, va su e giù. Dichiara a Confindustria, a Bergamo, che taglierà l’imposta regionale (e contributi Inps) per i neo assunti. Poi, per una questione di contabilità nazionale, fa una retromarcia. Gli 80 euro concessi in busta paga impongono una revisione delle scelte. Peccato. L’eliminazione dell’Irap, o almeno la sua sostanziale riduzione, costituiscono il passo fondamentale per la ripresa e per creare posti di lavoro. Spiegare il meccanismo diabolico dell’Irap ai “non commercialisti” è impresa ardua.

GD Avvocata e Riforma della magistratura

Scritto da Manlio Converti Il . Inserito in Il Palazzo

giustizia-toghe

Numerosi gli interventi, presso il GD Avvocata a Napoli, sulla riforma della magistratura, che qui riassumo come un Brain Storming, perché ogni affermazione, delle poche che ho trattenuto su carta, possa ispirare un’ulteriore iniziativa politica e soprattutto un lavoro parlamentare e istituzionale.

I Giovani Democratici Nazionali aderiscono alla campagna “RC Auto, Tariffa Italia”: una battaglia civiltà

Scritto da Marco Sarracino Il . Inserito in Il Palazzo

rc auto giovani democratici

Non è stato difficile e non c’è voluto molto. Alla prima direzione nazionale utile convocata dal nuovo segretario reggente dei Giovani Democratici, Andrea Baldini, la federazione di Napoli è riuscita a fare aderire il livello nazionale alla proposta di legge “Tariffa Italia”. Singolare è stato anche l’aiuto e l’appoggio datoci in questa battaglia da parte di dirigenti di alcune regioni in cui il problema del caro RC auto non è proprio all’ordine del giorno, Toscana, Lombardia e Veneto su tutte.

Sfiduciamo il Sindaco anche nelle Municipalità

Scritto da Mario Bianchi Il . Inserito in Il Palazzo

sindaco sfiducia napoli

Un Sindaco condannato in prima istanza ma non ancora colpevole, in Italia vige la presunzione di innocenza, tuttavia sospeso perché così dispone una strana legge dello Stato. Al suo posto a dirigere il comune di Napoli il vice Sodano, anche lui condannato in primo grado di giudizio, ma per altra fattispecie di reati, nominato e non eletto dai napoletani, dunque non sospendibile. Strano paese il nostro. Su questo punto ci tocca difendere de Magistris che noi riteniamo fino a condanna passata in giudicato innocente.

Nel nome del padre: Annarita e la vecchia politica

Scritto da Mauro Malafronte Il . Inserito in Il Palazzo

Gragnano - Cosentino Patriarca Cesaro 02

È la storia di una famiglia perbene, in fondo. È la storia di un senatore della Repubblica e di una figlia sindaco. E’ la storia di un’Italia che c’era e che c’è sempre, cancrenosa, viscida e profondamente vile. Quando, nel 1979, Francesco Patriarca diventa senatore della Repubblica, Gragnano è un feudo, uno sputo di terra con il suo piccolo sovrano a Roma. Patriarca ricopre anche la carica di sottosegretario alla Marina Mercantile nel quinto governo Fanfani, dando vita ad un potentato locale senza precedenti, fatto di raccomandazioni, favoritismi, clientele e camorra: non c’è stata famiglia, negli anni ’80, che a Gragnano non abbia chiesto favori a Francesco Patriarca. Soltanto nel 2007 la Cassazione ha certificato il peso mafioso dell’avventura politica dell’ex senatore, con la condanna di quest’ultimo a nove anni di reclusione, per concorso esterno in associazione mafiosa.

“Fonderia delle Idee” - Tavolo Sanità, analisi e proposte

Scritto da Gennaro Ascione Il . Inserito in Il Palazzo

fonderia1

L’occasione data dal convegno è stata colta con molto favore dagli operatori del settore. Si sentiva proprio il bisogno di sedersi attorno ad un tavolo per discutere e ragionare sullo stato della Sanità nella nostra regione. I lavori sono stati coordinati dal prof. Fulvio Calise, primario epatologo al Cardarelli di Napoli. Erano presenti molti luminari della medicina della nostra regione, medici ed infermieri.

Dopo la Fonderia

Scritto da Berardo Impegno Il . Inserito in Il Palazzo

il presente

Facciamo presto, noi del PD. Le elezioni regionali sono alle porte e insieme ad esse quelle amministrative in diecine di Comuni, grandi medi e piccoli. E, per di più, vive ancora (per ora) la scadenza delle elezioni di secondo grado per l’ Autorità metropolitana di Napoli. E il PD ancora non ha una percepibile figurazione di se stesso.

Sono (Partito) Meridionale e non torno indietro

Scritto da Francesca Scarpato Il . Inserito in Il Palazzo

getmedia

Non sarà sfuggito l’interessante dibattito che, da un po’ di tempo, si sta svolgendo sui nostri principali quotidiani (e non solo) e che di recente si sta facendo sempre più serrato, intorno il “Partito Meridionale”.
Grandi economisti, storici e giuristi del calibro di Paolo Savona, Gianfranco Viesti, Massimo Adinolfi, Isaia Sales e Pino Aprile ci stanno aiutando ad entrare nel merito di una questione che ci tocca da vicino, il mezzogiorno, e che sarebbe giunta anche l’ora di mettere, con forza, al centro delle scelte di Governo.
Ed invece sono almeno 30 anni che tale tipo di “attenzione” manca del tutto verso il Sud. A mio avviso vi è stata una scarsa, per non dire nulla, presenza del Governo in politiche attive ed efficaci: quando invece è proprio da questo Sud, dal nostro Sud che si potrebbe avere il rilancio dell’economia dell’intero Paese.
Il settentrione è ormai saturo e sono quasi nulle le possibilità di nuovi investimenti in quell’area territoriale e invece, provando bonariamente a guardare il bicchiere mezzo pieno, si potrebbe pensare a massicci investimenti in un mezzogiorno d’Italia tutto da riscoprire e governare.